ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
20/12/2006

Bellucci, il primo e austero "sì"

Le immagini delle nozze con Basso

Un'austera Monica Bellucci quella che il 3 gennaio del 1990 pronunciò a Montecarlo il suo primo "sì". Coperta da una sorta di saio marrone, i capelli nascosti da un pesante cappuccio, l'attrice sposò in prime nozze il fotografo Claudio Basso. Bella e raffinata, nelle foto di quel giorno, pubblicate da Chi, Monica non ha nulla della diva sexy, ma con pantaloni grigi e scarpe basse è comunque l'essenza del fascino.

Sono immagini che Monica, ai tempi ancora "soltanto" una modella, forse non vorrebbe vedere, perché tanto lei quanto Basso, affermato fotografo di moda, di quel matrimonio vorrebbero scordare tutto. Rimaste segrete fino a pochi mesi fa, le prime nozze della Bellucci, ora serena accanto all'attore Vincent Cassel, sarebbero dovute finire nell'oblio.

foto tratta da Chi

Celebrate con rito civile nel Principato di Monaco, residenza dell'attrice oggi 42enne, naufragarono dopo circa un anno. Ad assistere al rito, sedici anni fa, non c'erano molti invitati: i genitori di Basso, Carlos e Maria Teresa, la sorella dello sposo Alessandra, qualche amico intimo. Monica sorride, Claudio è felice.

I due si conobbero per motivi di lavoro, ma fu subito passione: "Incontrai Claudio nel 1987, quando lavoravo come modella per pagarmi gli studi" racconta la Bellucci "e la scintilla è scattata all'istante. Claudio mi ha subito ingaggiata per un servizio di moda sui costumi da bagno". Da lì alla passione il passo fu brevissimo: "Ho avuto così la mia prima copertina e il mio primo amore, tutti insieme".

Lei 23enne, lui cinque anni in più, Basso le diede indubbiamente popolarità con i suoi scatti da professionista affermato. Monica non era ancora famosa come oggi, che è mamma di Deva e moglie dell'attore Vincente Cassel. Anche Claudio si è risposato, con un'americana, ed è papà. Due storie a lieto fine che, tuttavia, nessuno voleva venissero alla luce.