FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
CONTENUTO SPONSORIZZATO

Un “abbraccio” alle imprese per ripartire dopo il Covid

Con la sua campagna di sostegno ai piccoli produttori dell’eccellenza agroalimentare italiana, Penny Market ha consentito a centinaia di aziende del settore di superare la crisi. E quest’anno l’iniziativa raddoppia, allargando il supporto anche alle associazioni di volontariato

A oltre un anno di distanza dall’inizio della pandemia di coronavirus, gli effetti sull’economia di lockdown, restrizioni e cambiamento degli stili di vita continuano a farsi sentire. E se praticamente tutti i settori sono stati colpiti dalla crisi economica innescata dall’emergenza Covid, l’impatto non è stato lo stesso su tutte le filiere produttive. Quella agroalimentare, una delle eccellenze del Made in Italy, ad esempio, ha subito pesantemente le conseguenze dello stop al settore della ristorazione: secondo i dati Ismea, comparti come l'ortofrutta fresca e trasformata, quello dell'olio di oliva e della pasta hanno visto un calo delle vendite del 42% nel canale Horeca (cioè hotel, ristoranti e caffè). Fortunatamente, però, questa flessione è stata compensata da un incremento record degli acquisti per il consumo familiare e domestico: +7,4%, secondo l'osservatorio Ismea-Nielsen.

   

Merito anche di iniziative come il progetto “Abbracciamo l’impresa italiana”, con il quale Penny Market, una delle insegne più note in Italia tra i discount alimentari, ha voluto dare il suo contributo per sostenere la ripresa economica proprio di quei piccoli produttori del territorio che, con il loro lavoro e il loro impegno, hanno fatto grande il settore agroalimentare italiano. Con l’“abbraccio di PENNY”, infatti, è stata subito aumentata l’offerta dei prodotti locali italiani, con la valorizzazione di produzioni enogastronomiche che prima, spesso, non trovano posto sugli scaffali del segmento del largo consumo. E grazie all’accesso privilegiato ai quasi 400 punti vendita PENNY in tutto il Paese, sono stati centinaia i produttori di tutta Italia, dalle Alpi alla Sicilia, che sono riusciti a ripartire e a superare la crisi. E, al tempo stesso, a raccontare attraverso i loro prodotti, che rappresentano l’eccellenza enogastronomica italiana, la loro storia, il loro impegno, la loro cultura e le loro tradizioni.

 

Ora che anche le ultime ondate della pandemia sembrano finalmente essere in fase discendente e che le restrizioni vengono via via allentate, l’impegno di Penny  Market non è però destinato a fermarsi e, anzi, raddoppia: la campagna “Abbracciamo l’impresa Italiana” infatti cresce, e punta a sostenere non più solo i produttori italiani (che continueranno a fornire i prodotti per le principali private label dell’insegna quali Natura è, Vicino, Cuor di Terra, My BIO, Free etc), ma anche tutte le primarie associazioni di volontariato impegnate nel sociale, a partire dai partner storici. Così, con Banco Alimentare Onlus aumentano capillarmente le attività contro lo spreco alimentare, mentre assieme a Mission Bambini verrà offerto ai ragazzi in difficoltà della fascia 18-25 un percorso di formazione e avviamento al lavoro. Con Fondazione Progetto Arca, invece, PENNY è già al lavoro a Milano per garantire ogni giorno, grazie anche all’impegno dei volontari dell’associazione, un pasto alle famiglie indigenti.

 

Un impegno concreto, spiega il CEO di Penny Market Italia, Nicola Pierdomenico, perché “crediamo nell’agire in prima persona, in modo responsabile e coinvolto. Lo scorso anno abbiamo garantito la sopravvivenza di tante realtà produttive del nostro meraviglioso Paese che senza un’opportunità che non si limitasse al contributo economico non avrebbero molto probabilmente resistito alle difficoltà economiche”. E se nella prima fase “abbiamo voluto affiancare e sostenere con azioni concrete la filiera produttiva delle piccole e medie imprese, che comprende anche le realtà artigianali e familiari”, durante il secondo anno dell’iniziativa “vogliamo ‘abbracciare’ e sostenere anche le associazioni che, proprio come PENNY, vivono il valore della responsabilità sociale verso le persone e l’ambiente”.