FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Contenuto sponsorizzato

Assicurazioni auto, Facile.it: con il Covid tariffe in calo del 10,5%

La pandemia ha colpito anche il settore delle assicurazioni auto spingendo i prezzi al ribasso. Ma con le nuove misure le variazioni si sono fatte più marcate soprattutto in alcuni regioni

La pandemia di coronavirus, che in Italia ha colpito pesantemente quasi tutti i settori dell’economia, non ha risparmiato nemmeno quello delle assicurazioni auto, dove è stato registrato un impatto significativo sul prezzo delle polizze causato da diversi fattori, tra i quali hanno inciso pesantemente da un lato la diminuzione dei nuovi contratti di assicurazione Rc Auto (determinato soprattutto dal calo di nuove immatricolazioni) e dall’altro il blocco della circolazione. E in questo scenario anche la concorrenza si è fatta più agguerrita, determinando un ulteriore calo delle tariffe soprattutto da parte delle compagnie che operano online.

Il risultato, secondo l’Osservatorio Rc Auto di Facile.it, è stato che nel mese di ottobre il costo medio dell’assicurazione per un’automobile in Italia è sceso a 492,03 euro, il 10,51% in meno rispetto a 12 mesi fa. Secondo Diego Palano, responsabile assicurazioni di Facile.it, nei mesi di marzo e aprile il costo medio delle polizze Rc Auto è crollato “a seguito del blocco della circolazione, del calo di immatricolazioni di nuove auto e di tariffe molto più competitive offerte dalle compagnie assicurative online. E nonostante un leggero aumento tra maggio e giugno (quando la circolazione e le immatricolazioni sono ripresi), i premi medi “sono tornati a scendere da luglio, grazie al miglioramento delle tariffe offerte delle compagnie assicurative che, soprattutto online, hanno scelto di ridurre i prezzi offerti ai clienti in virtù del risparmio ottenuto nel 2020 a seguito del calo complessivo dei sinistri stradali”.

 

La discesa dei prezzi, però, non sembra destinata ad arrestarsi: Palano sottolinea infatti che, dopo l’entrata in vigore del nuovo Dpcm che ha introdotto il lockdown nelle zone rosse, è bastato un solo giorno “per rilevare un crollo nelle richieste di assicurazioni, in particolare quelle destinate a nuove immatricolazioni, soprattutto per quanto riguarda le regioni inserite nella fascia rossa”.

 

Secondo i dati di Facile.it, infatti, nella sola giornata di venerdì 6 novembre (il primo giorno con la suddivisione dell’Italia in zone gialle, arancioni e rosse) le richieste di RC Auto sono diminuite del 4% a livello nazionale rispetto all’anno scorso; un vero e proprio crollo, in media del 9%, è stato però registrato nelle regioni “rosse”, con un picco del -10% in Lombardia. E se si guarda solo alle richieste per assicurare veicoli nuovi (“scremando” quindi i dati relativi a rinnovi e a passaggi di proprietà) nelle zone “rosse” il dato è precipitato del 22% nel primo giorno di lockdown (con un -27% in Lombardia). Mentre al contrario, nelle zone “gialle” dove non sono state inserite limitazioni alla circolazione, la richiesta di preventivi per assicurare auto nuove è aumentata del 6%.

 

Numeri che evidenziano cali tariffari notevoli, ma anche fluttuazioni e variazioni non indifferenti da un mese all’altro e da una regione all’altra. E per questo, sottolinea il responsabile assicurazioni di Facile.it, è importante “che i consumatori cerchino di approfittarne, confrontando le molte offerte presenti sul mercato per beneficiare di prezzi oggi ai minimi storici”, riuscendo così a ottenere “risparmi anche importanti, soprattutto in tempi difficili come quelli che stiamo attraversando”.