FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento
Contenuto sponsorizzato

Il vero sapore della Puglia è nella Delizia dei suoi formaggi

Tra le più apprezzate eccellenze enogastronomiche spiccano i latticini: prodotti secondo le antiche tradizioni in uno dei più noti caseifici della Regione con il miglior latte della Murgia barese e tarantina, nascono nel rispetto degli animali e del territorio e arrivano in tutto il mondo

Tra le tante eccellenze enogastronomiche pugliesi, i prodotti lattiero-caseari occupano da sempre un posto di primo piano: mozzarelle e burrate, nodini e scamorze, trecce e affogate, ricotte e canestrati, senza dimenticare uno dei simboli del Made in Puglia, il caciocavallo DOP. Specialità uniche e inimitabili che hanno contribuito a fare grande, in Italia e nel mondo, il nome di una delle Regioni in cui i prodotti della tradizione sono diventati uno dei traini della crescita.

E lo sono soprattutto quando le bontà pugliesi che finiscono sulle nostre tavole sono il frutto di impegno e passione che si uniscono a un profondo rispetto del territorio e degli animali: solo così si ottiene infatti un latte di altissima qualità come quello di Delizia, uno dei più noti e apprezzati caseifici pugliesi che dal 1992 produce, secondo le antiche tradizioni casearie pugliesi e con l’utilizzo del miglior latte della Murgia barese e tarantina, formaggi e latticini con il marchio Deliziosa.

 

Sono figlio di imprenditori agricoli – racconta il fondatore, Giovanni D’Ambruoso – e fin da piccolo mi hanno insegnato che operando nel pieno rispetto di animali e territorio potevo garantirmi una materia prima di altissima qualità. Per questo ho dato vita a Delizia, con l’intenzione di portare le tradizioni e le bontà della Puglia in tutta Italia: così, nei primi anni Novanta, ho stretto accordi con i migliori allevamenti delle Murge e ho aperto un piccolo caseificio assumendo dei mastri casari esperti, capaci di lavorare manualmente il latte e di rispettarlo in ogni fase della lavorazione”.

 

Una ricetta che ha funzionato: oggi quel piccolo caseificio è diventato una società per azioni che conta oltre 250 collaboratori, opera in un complesso innovativo di 11.000 metri quadrati e soddisfa le richieste di oltre 3mila clienti in ventisei Paesi del mondo.

 

Nonostante la grande crescita nel corso degli anni, sottolinea D’Ambruoso, “non abbiamo tradito la nostra filosofia: continuiamo a selezionare il latte in un raggio massimo di 30 chilometri dallo stabilimento, in un territorio in cui le mucche pascolano ancora libere. E anche la lavorazione è rimasta manuale, nel rispetto della qualità e delle antiche tradizioni artigianali pugliesi che promuoviamo e rinnoviamo”.

 

Quello che è cambiato è invece la tecnologia utilizzata per garantire l’efficienza e la qualità della lavorazione e dei prodotti: “Ogni nostro reparto – spiega il fondatore - è all’avanguardia e sfrutta tecnologie e macchinari di ultima generazione, in grado di rispondere agli standard di altissima qualità che ci siamo autoimposti. Siamo stati la prima azienda casearia certificata Marchio Prodotto Qualità Puglia, che prevede controlli sul benessere degli animali, effettuati dall’organo di controllo della Regione”.

 

E proprio questa sapiente unione tra antiche tradizioni e moderne tecnologie “è la base del nostro successo: negli anni – racconta D’Ambruoso – abbiamo vinto premi internazionali importanti non con un prodotto di punta, ma con tantissime specialità differenti, e il nostro nome è diventato famoso per le mozzarelle come  perle burrate, per i nodini ma anche per tutti gli altri formaggi freschi della tradizione pugliese”.

 

I prodotti Deliziosa, però, non si limitano ai formaggi freschi: “Gli amanti della buona tavola – precisa il fondatore del caseificio Delizia – sanno che abbiamo eccellenze come il caciocavallo e il pecorino, che riposano in grotte naturali scavate appositamente per assicurare il microclima ideale per l’acquisizione di un gusto perfetto. Per non parlare della ricotta, del Trullocchiato e di altre decine di specialità che continuano a regalarci grandi soddisfazioni”.

 

Soddisfazioni che comprendono anche il fatto di operare sempre “nel rispetto del territorio e dell’ambiente”, perché “selezionare il miglior latte delle Murge significa sia premiare i nostri clienti con prodotti di qualità, sia contribuire alla crescita di quegli allevamenti che operano nel pieno rispetto del benessere degli animali e del territorio”. E per farlo “investiamo costantemente in innovazioni tecnologiche e macchinari di ultima generazione per garantire, in ogni fase della lavorazione, un risparmio di energia e una concreta salvaguardia ambientale”, con un impegno anche nella crescita sociale “creando posti di lavoro, tutelando il benessere dei nostri dipendenti e aiutando fornitori e collaboratori a operare eticamente”.

 

Politiche aziendali responsabili e sostenibili che sono tutte verificate attraverso certificazioni internazionali per attestare “il nostro impegno concreto nel generare un valore per la collettività attraverso politiche responsabili e sostenibili”. Perché, conclude Giovanni D’Ambruoso, “si possono portare bontà sulle tavole di tutto il mondo se non è buoni con la propria terra”.