FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
CONTENUTO SPONSORIZZATO

Sei a dieta e dimagrisci lentamente? Accelera in clinica il tuo metabolismo

A Milano il primo centro in Italia dove viene applicato un rivoluzionario approccio medico-scientifico che combina analisi 3D, terapia criogenica e protocolli per dimagrimento generale e localizzato

Alzi la mano chi, nonostante diete ed esercizio fisico, e poi ancora diete ed esercizio fisico, non è riuscito a ritrovare la forma fisica. Sicuramente molti, perché nonostante le credenze popolari (“basta mangiare meno”) e facili claim pubblicitari (“bastano pochi minuti al giorno in palestra”) il problema è più complesso: dopo i 30 anni, infatti, diventa facilissimo ingrassare ed estremamente difficoltoso dimagrire. Il motivo, hanno scoperto studi scientifici condotti nel 2017 all’Università di Yale e pubblicati su Nature, è che con l'aumentare dell'età la lipolisi (cioè la capacità dell’organismo di “scomporre” i grassi) indotta dalle catecolamine diminuisce, e contemporaneamente si riducono gli acidi grassi liberi: il risultato è un aumento di grasso in particolare intorno all'addome.

Ciò secondo i ricercatori americani, succede poiché, con l’avanzamento dell’età, all’interno delle cellule di grasso (chiamate adipociti) si verificano processi di infiammazione che, scatenati da una proteina chiamata interleuchina1 fanno diminuire i recettori Beta3, “interruttori” fondamentali nel processo di dimagrimento: in questo modo gli adipociti non rilasciano più il grasso depositato trasformandolo in energia, e il corpo ingrassa sempre di più. Secondo gli studi la soluzione è quella di sbloccare l’interleuchina1 e imporre alle cellule di grasso una sorta di “ginnastica” affinché nascano nuovi recettori Beta3 (grazie ai quali attivare il processo di dimagrimento).
Un procedimento non semplice, introdotto in Italia da pochi mesi dal Centro di Accelerazione del Metabolismo di Milano, unica struttura del settore in grado di offrire un percorso medico-scientifico innovativo e mirato per riattivare i processi di base del metabolismo in modo da consentire ai pazienti di perdere peso, eliminare le adiposità localizzate e sconfiggere la ritenzione idrica. Due i sistemi che il Centro propone: il Metodo Speed Up Fat per il dimagrimento generale e l’accelerazione del metabolismo e il Metodo Speed Up Fat Local per il dimagrimento localizzato, che consente di ottenere risultati estetici simili a quelli della liposuzione ma senza interventi invasivi o chirurgici.

 

 

Il trattamento consiste, anzitutto, nell’analisi della figura corporea attraverso un avveniristico sistema di visualizzazione e modellazione 3D, che consente ai medici del centro di stendere un piano di rimodellamento corporeo utile per individuare le modalità di intervento. Quindi la terapia prosegue con l’assunzione di acqua ossigeno-ozonizzata (un’acqua, cioè, arricchita di ossigeno e ozono, utilizzata anche nella cura di malattie reumatiche e intestinali) che, una volta bevuta e assorbita dall’organismo, agisce inibendo l’interleuchina e “risvegliando” il metabolismo cellulare. Che viene poi accelerato grazie a un altro innovativo strumento, l’acceleratore metabolico criogenico: fiore all’occhiello del Centro, è una sorta di “doccia” nella quale il corpo viene sottoposto per 2/3 minuti a una temperatura di -85°C. Il freddo scatena una reazione termogenica che obbliga il corpo a bruciare un elevatissimo numero di calorie, come durante una vigorosa attività fisica. Al tempo stesso, il processo stimola la “rinascita” nelle cellule dei recettori Beta3, che tornano a essere pienamente attivi e coinvolti nel processo di dimagrimento. Una terapia, quella criogenica, che è stato dimostrato essere sempre efficace per tutte le persone e per qualsiasi tipo di fisico.
In aggiunta, il metodo Speed Up Fat Local prevede anche l’immissione in profondità nel grasso sottocutaneo, attraverso un infusore elettronico indolore, di un liquido capace di gonfiare le cellule di grasso che vengono poi “rotte” con gli ultrasuoni e riassorbite dai tessuti: nei giorni successivi al trattamento viene così ridotto lo spessore delle zone adipose, esattamente come accade con la liposuzione ma senza le controindicazioni del trattamento chirurgico.
 

 I contenuti di questa pagina sono prodotti integralmente da Centro Accelerazione Metabolismo

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali