FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Il new look di BMW X3 190 CV

Quattro modalità di guida molto funzionali

- “The boss is back”, recitava un riuscito spot BMW per il restyling del Suv ammiraglia X5. Ma a tornare è anche la sorellina X3, e per non sfigurare assomiglia ancora di più allʼX5. Rivisitata e sinceramente bella, sportiva e filante come un middle-Suv deve essere, ma anche autorevole, sicura ed efficiente, come pretende chi decide di salire su una BMW ed è disposto a non lesinare sul conto. Così sulla nuova X3 siamo saliti anche noi, l’abbiamo guidata per 3.000 km circa su ogni terreno e in ogni situazione e un’idea ce la siamo fatta: obiettivo centrato.

    Il restyling non stride con la filosofia BMW, aggiunge e non toglie e, in particolare, regala a un motore già di per sé brillante, quei pochi cavalli in più che mancavano per questa cilindrata. La versione che abbiamo provato è la 190 CV, con una coppia di ben 400 Nm, degna di altre cilindrate. Il resto del lifting riguarda i gruppi ottici anteriori e il portellone posteriore. Di grande utilità gli abbaglianti automatici che consentono di guidare con il maggior fascio di luce possibile senza disturbare chi incrociamo. Comodo il bagagliaio con apertura elettrica che consente anche di bloccare tutte le serrature a cofano chiuso. Non manca il sistema keyless: in pratica basta avere in tasca la chiave e si può far tutto senza mai tirarla fuori. Infine si può avere il tetto apribile, con il pannello scorrevole, oltre a una serie infinita di altri optional che coniugano bene comodità e praticità. Ma passiamo alle prestazioni.

    Nel cofano dell’X3 c’è una scuderia in alluminio di 190 puledri, in grado far scattare l’auto da 0 a 100 in 8 secondi e di lanciarla fino a 210 km/h. I consumi sono proporzionati agli stili di guida e qui si apre un altro capitolo: con un selettore possiamo chiedere alla macchina di regolare prestazioni, consumi e assetto in 4 modi diversi. Lo Sport+ è lo stile di guida più aggressivo, che ci consente anche una partenza assistita alla massima potenza. In pratica si schiacciano a fondo freno e acceleratore, quest’ultimo oltre lo scatto del kick-down, poi si molla il freno e l’auto scarica a terra tutti i cavalli senza perdere nulla in pattinamento. Le altre modalità sono: Sport (senza +), Drive, Eco-pro, quello per lo stile di guida più tranquillo che sfrutta il cosiddetto veleggio e l’inerzia in fase di decelerazione. Ottimizza l’uso del condizionatore e usa l’elettronica per ridurre notevolmente gli sprechi. L’X3 in Eco-pro fa miracoli, aumenta le distanze con il distributore e il bonus dei chilometri cresce e si può leggere nella strumentazione. Un numerino azzurro ci dice quanto abbiamo risparmiato, soprattutto in autostrada.

    A proposito di strumentazione, abbiamo notato con sorpresa che c’è il manometro dell’olio, oltre ai display sportivi nello split-screen del navigatore, ma abbiamo anche notato con stupore l’assenza del termometro dell’acqua. Quindi attenzione a schiacciare prima di esser sicuri che si sia scaldato il motore. Sul sistema di navigazione, chapeau! Chiaro, bello ed efficiente, comprende anche la possibilità (in abbonamento) di consultare internet e sono molto utili i widget come quelli del meteo. Importantissima anche la Sim che consente di effettuare la chiamata di emergenza oppure di essere chiamati in casi di necessità o di incidente. Per la sicurezza, notiamo la funzione Auto Hold System per le partenze assistite in salite ripide o per le discese pericolose. Poi c’è il cruise control, ormai irrinunciabile in autostrada. La telecamera posteriore e i sensori di parcheggio completano una serie di accorgimenti che non ci abbandonano mai in ogni situazioni. Altra nota positiva, i sensori di pressione e temperatura degli pneumatici runflat, col settaggio possibile direttamente dall’interno della vettura.

    Insomma, l’X3 convince, entusiasma alla guida e non si fa mai trovare impreparata. Una curiosità accattivante? Head-Up Display, in grado di proiettare sul parabrezza alcuni dati molto importanti come velocità e navigatore. Senza mai distogliere lo sguardo dalla strada. Non mancano, naturalmente i comandi vocali. I prezzi? Beh, dipende molto dagli optional ma per non dover fare molte rinunce dobbiamo superare i 50 mila euro. D’altronde stiamo parlando di un’auto che non ci fa passare inosservati. Quindi, mani sul volante (e sul portafogli), voglia di divertirsi e cinture allacciate. Sicurezza, lusso e sportività a bordo della X3, sorellina dell’X5 cui assomiglia molto. Ma forse è ancora più affascinante del capo.
     
    Fabrizio Filippone

    TAG:
    BMW X3
    Middle Suv
    BMW X5
    Eco Pro
    Head Up Display