FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Motori
2.7.2012

VW Golf Cabrio 1.6 TDI

La più bella delle Golf scoperte mai prodotte

foto Ufficio stampa
08:00 - Tra la fine di maggio e l'inizio di giugno abbiamo provato la Golf Cabriolet 1.6 TDI. Specifichiamo il periodo perché si è trattato di quelle settimane in cui in Lombardia si alternavano giornate di sole a diluvi e grandinate. Insomma quanto di peggio si potesse immaginare per la prova di una vettura scoperta e, come vedremo, la Golf Cabriolet se l'è cavata alla grande.
foto Ufficio stampa

Iniziamo dall'esterno: secondo chi scrive, è di gran lunga la Golf scoperta più bella mai prodotta. Linee tese, sportive, da tra quarti davanti sembra quasi una Scirocco. Scoperta è slanciata e massiccia, con la capote riesce (caso quasi unico) a non essere goffa. Insomma davvero bella. Dentro tutto sta al suo posto. Anche chi non ha familiarità con gli interni “made in Volkswagen” ci mette pochissimo a trovare i comandi. I sedili sono comodi e l'assetto è molto “tedesco”, cioè un po' rigido. Nulla di che, ci si abitua subito e tutto sommato le sospensioni assorbono bene le sconnessioni del pavé milanese.

Quello che impressiona da sempre quando si sale su una Golf, indipendentemente dalla serie o dalla versione, è che dopo cinque minuti la si guida come se la avessimo da sempre. E la Cabrio TDI 1.6 non fa eccezione: è così neutra nelle risposte e lo sterzo è così sensibile che è impossibile non trovare immediatamente un feeling soddisfacente con la vettura. Premesso che chi compra una cabrio lo fa perché gli (o le) piace guidare con il vento tra i capelli, bisogna dire che la protezione aerodinamica a capote scoperta non è straordinaria: il vento comincia a farsi sentire già a 80 km/h e diventare fastidioso sopra i 90.

Il cambio è solo manuale a 5 marce. Insomma il meraviglioso DSG a sette rapporti della Golf classica ve lo scordate. Non c'è nemmeno tra gli optional ed è davvero un peccato. Probabilmente ci saranno inalienabili motivi tecnici. Quello manuale a 5 marce è un selettore onesto e nulla più. Qualche volta ci è capitato di sentire la voglia di una sesta che non c'era. Pazienza. Si vive comunque benissimo anche così. Il motore è il conosciutissimo diesel da 105 CV che qui non è risultato brillantissimo in ripresa e a dir la verità ce lo ricordavamo più scattante anche in accelerazione.

Certo è che accidenti se consuma poco! Abbiamo percorso oltre 1.000 km con questa Golf senza preoccuparci troppo di usare il piedino: città, autostrada, su e giù per le colline. Non c'è stato verso di fare meno dei 16 km/l. Se quindi la scelta, visti i tempi di crisi, è stata quella di regolare l'elettronica per favorire il risparmio anche se un pochino a scapito delle prestazioni... Giù il cappello, scelta riuscita. Se proprio, avremmo gradito di serie il sistema start&stop. Ma insomma già così questa Golf Cabriolet è sobria abbastanza.

La capote in tessuto è straordinaria: dicevamo che l'abbiamo guidata tra le solite stradine attorno al Lago di Como sotto veri diluvi universali (a proposito: con gli pneumatici di serie nemmeno un millimetro di incertezza in quanto a tenuta di strada, anche questo fa valore aggiunto di una vettura) e mai che ci fosse un alito di umidità nell'abitacolo. Tra l'altro si apre e chiude in movimento fino a 30 km/h in una manciata di secondi. Cosa volere di più? E qui veniamo all'unica vera nota stonata: il bagagliaio. È vero che chi compra questo genere di vetture lo sa che qualche compromesso in questo caso lo deve fare. Però è davvero insolito che il portellone garantisca una accessibilità davvero limitata mentre lo spazio a disposizione in verità è più che sufficiente per due borse e un trolley: davvero non male, peccato che si faccia una fatica tremenda a infilarcele. Anche la chiusura non è risultata ineccepibile, qualche volta di troppo si è dovuto ricorrere a un doppio colpo. Di solito si tratta di difetti dovuti alle singole vetture date in prova, ma era giusto segnalarlo.

Insomma questa Golf Cabriolet 1.6 TDI è la scelta perfetta e intelligente per chi ama le macchine scoperte, ma non ha 100 euro da spendere ogni volta che fa il pieno. Il prezzo è alto, 27mila euro abbondanti. Ma la qualità costruttiva è da Golf, e ho detto tutto; da un punto di vista della sicurezza ha praticamente tutto di serie e, come si è detto prima, non serve cambiare pneumatici visto che quelli che ha vanno benissimo. Per fare dei confronti o per saperne di più sul listino cliccate qui.

Sergio Bolzoni

OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Altre news di motori
Son tutte ibride
La gamma Lexus è tutta ibrida elettrica. Cinque auto su cinque, l’ultima arrivata è la Lexus IS Hybrid
Fatta a mano in Italia
Una bicicletta nel segno dell’Alfa Romeo 4C. È la Bicicletta 4C IFD, disegnata dal centro Stile Alfa Romeo e da Compagnia Ducale
Più vicino a Range Rover
guarda il video
Nuovo look, nuovo e ultra efficiente motore V6 benzina, nuova trasmissione. Rinnovamento profondo per Land Rover Discovery
Debutto il 5 ottobre
guarda il video
Arriva in Italia la nuova BMW Serie 4 Coupé. Un’auto che reinventa sé stessa, perché evoluzione delle gloriose Serie 3 Coupé