FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

I contenuti premium di Citroen C1

Provata la seconda generazione

- Sarà lanciata domani sera sul mercato italiano la nuova Citroen C1. La stagione estiva e le strategie di marketing consentono infatti di organizzare una piacevole Open Night per andare a scoprire la charmant utilitaria francese. Che in Italia ha sempre ottenuto grandi riscontri: la prima serie è stata immatricolata in 140 mila unità, la migliore del tris di “gemelle” (con Peugeot 108 e Toyota Aygo) prodotte in sinergia nel moderno stabilimento slovacco di Kolin.

    Nel segmento A c’è dunque gran fermento e Citroen non è rimasta al palo. La seconda generazione di C1 è una piccola sì, compatta in meno di tre metri e mezzo di lunghezza, ma con contenuti tecnici e tecnologici elevatissimi. La scocca è tutta nuova e il retrotreno deformabile in acciaio è stato rinforzato negli attacchi per migliorare la precisione di guida. Nuovi sono anche gli ammortizzatori e le molle delle sospensioni e la qualità di marcia della vettura è sorprendente per vivacità e silenziosità. L’abbiamo provata a Roma, anche nelle strade del centro, e nelle grandi aree metropolitane la C1 si trova a suo agio: ha un raggio di sterzata ridottissimo (4,8 metri), è parcheggiabile con facilità e ha la perfetta visuale di tutti gli angoli. Come recita lo slogan che ne accompagna il lancio, la C1 è “Urban by Nature”.

    Il look è assolutamente distintivo rispetto alle sue “gemelle”. Il frontale ha grande personalità, per quella mascherina cromata che incornicia il “double Chevron” e i fari tecnologici di disegno inedito che confermano il muso simpatico della C1. In questo particolare estetico, C1 e Aygo sono davvero agli antipodi, separate alla nascita. Molto generosa la gommatura, con cerchi da 15 pollici che la rendono splendidamente fruibile anche sulle arterie veloci e fuori città. Citroen ha approntato versioni davvero raffinate della sua city car, basti pensare alle versioni Airscape, cioè con tetto in tela ad apertura elettrica, che rappresenta una sorta di terza variante di carrozzeria accanto alle 3 e 5 porte. E poi ci sono le eleganti soluzioni bicolore della carrozzeria.

    Gli interni sono molto ben curati e colpisce la buona abitabilità della francesina, silenziosa in marcia, con un ottimo impianto di aria condizionata (automatico!) e posti posteriori pregevoli per comfort. Nel discorso comfort entrano anche il Touch Pad da 7 pollici con tecnologia Mirror Screen che integra le applicazioni dello smartphone, la funzione di ingresso in auto e accensione senza chiavi, la retrocamera di parcheggio e l’Hill Assist. Dotazioni davvero super per una segmento A! Rispetto alla Toyota Aygo, la nuova C1 propone a scelta due motorizzazioni: oltre al 3 cilindri 1.0 benzina da 68 CV (anche con cambio pilotato ETG) c’è infatti il nuovo 1.2 VTi da 82 CV, i cui consumi medi sono contenuti in soli 4,3 litri/100 km e le emissioni di CO2 si attestano sui 99 g/km.

    La forbice di prezzi della nuova Citroen C1 va da 9.950 a 14.350 Euro. In occasione del lancio, la nuova C1 sarà proposta con un’offerta commerciale che prevede finanziamento a tasso zero, un anno di furto/incendio incluso nel prezzo, 500 Euro di supervalutazione dell’usato e la CARDeluxe, il sistema di identificazione elettronica a radiofrequenza Identicar offerto a tutti i clienti gratuitamente fino al 31 dicembre 2014.

    TAG:
    Nuova Citroen C1
    Airscape
    Mirror Screen
    CARDeluxe