FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, ragazza ritrovata a 18 anni difende la sua rapitrice: "Eʼ mia madre"

In un post su Facebook, ringrazia la donna per quello che hanno condiviso negli anni

Usa, ragazza ritrovata a 18 anni difende la sua rapitrice: "E' mia madre"

Kamiyah Mobley è scoppiata in lacrime gridando "ti voglio bene mamma", quando ha dovuto dire addio alla "madre adottiva" Gloria Williams, arrestata per averla rapita dalla famiglia quando aveva soltanto poche ore di vita. Perché se in tutti questi anni i gentiori naturali e il mondo hanno continuato a cercare Kamiyah, lei, dal canto suo, ha vissuto finora come Alexis Manigo con sua "mamma" Gloria, a cui non intende rinunciare.

Poche ore dopo l'annuncio del suo ritrovamento, la ragazza, tramite Facebook, ha difeso la donna che la prelevò in ospedale e che da quel giorno le ha fatto da madre, usando proprio questo termine: "Mia madre mi ha cresciuto dandomi tutto ciò di cui avevo bisogno e quasi tutto quello che desideravo. Non è una criminale". Mentre i genitori naturali sono esaltati dalla notizia e non vedono l'ora di poterla riabbracciare, la ragazza è stata affiancata da un avvocato e starà soltanto a lei decidere se, quando e con quali modalità vorrà incontrarli.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali