FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
DirettaCanale 51

Charlie, Isis: le nuove vignette sul profeta Maometto sono offensive

Al Qaeda intanto rivendica l'attentato alla sede del giornale "ordinato da Zawahri". In un video l'organizzazione terroristica minaccia "nuove tragedie": "Abbiamo vendicato il Profeta, la Francia appartiene a Satana". Da Il Cairo: "Musulmani, ignorate le caricature"

- "La pubblicazione da parte di Charlie Hebdo di nuove vignette offensive nei confronti del profeta è stato un gesto estremamente stupido". Così i jihadisti dell'Isis. Anche l'università di Al-Azhar de Il Cairo ha invitato i musulmani a ignorarle. Intanto il leader di Al Qaeda in Yemen ha rivendicato l'attentato alla sede di Charlie Hebdo, in un video messaggio dove vengono fatte nuove minacce alla Francia.

"L'attacco è stato stato sferrato su ordine del leader Ayman Zawahri", hanno sottolineato gli estremisti che confermano anche l'appartenenza nel gruppo dei fratelli Kouachi, che già il giorno della sparatoria avevano detto di far parte dell'organizzazione terroristica islamista. Amedy Coulibaly si era invece presentato come un membro dell'Isis.

Il ramo yemenita di Al Qaeda aveva già rivendicato l'attacco a Charlie Hebdo in un video postato su Youtube il 9 gennaio in cui uno dei leader, Harith bin Ghazi al-Nadhari, aveva avvertito la Francia di smettere di "attaccare l'Islam, i suoi simboli e i musulmani o ci saranno nuove operazioni". Nel nuovo video al-Ansi dice che Al Qaeda nello Yemen ha scelto l'obiettivo, ha studiato un piano e ha finanziato l'operazione".

Video Al Qaeda minaccia: "Nuove tragedie" - Nuove "tragedie e terrore". E' la minaccia contenuta nel filmato di 11 minuti in cui uno dei leader di Al Qaeda nello Yemen Nasr al-Ansi rivendica l'attacco a Charlie Hebdo. La Francia "appartiene al partito di Satana", la strage al giornale "ha vendicato il profeta", dice ancora Al-Ansi.

L'ira dell'Isis - Le parole di condanna dell'Isis contro il settimanale satirico francese soon state diffuse attraverso Al Bayan Radio, che trasmette nelle aree controllate dallo Stato Islamico in Siria e in Iraq.

Al-Azhar a musulmani: ignorate caricature - L'università di Al-Azhar, punto di riferimento nel mondo islamico, "rinnova il proprio rifiuto di queste pubblicazioni, frutto di "un'immaginazione malata" e che rappresentano una "frivolezza odiosa". L'ateneo inoltre chiede "ai musulmani di opporsi a tutto ciò che minaccia la pace mondiale". I jihadisti dell'Isis hanno attaccato il settimanale satirico francese attraverso Al Bayan Radio, che trasmette nelle aree controllate dallo Stato Islamico in Siria e in Iraq.

TAG:
Al qaeda
Yemen
Parigi
Charlie hebdo