FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Spari su un tram a Utrecht, trovata una nota con scritto "Allah" nellʼauto del killer | Arrestata una terza persona

Movente personale o atto terroristico? Le autorità continuano a indagare. Lʼassalitore era finito in tribunale il 4 marzo per uno stupro. La vittima degli abusi lo descrive come "criminale e cocainomane"

Proseguono le indagini sulla sparatoria avvenuta su un tram a Utrecht, in Olanda, con gli investigatori che tentano di capire se si sia trattato di un atto terroristico o di un gesto dettato da moventi personali. Le autorità hanno interrogato due persone legate all'assalitore e arrestato una terza persona. Nell'auto utilizzata dall'assalitore Gokmen Tanis per la fuga è stato trovato un biglietto in arabo che inneggia ad "Allah" e ai "fratelli musulmani".

Le tre vittime della sparatoria sono una cameriera 19enne, un 49enne allenatore di calcio e un uomo di 28 anni. "Se ha fatto quello che ha fatto, dovrà essere punito", ha dichiarato il padre del killer, Mehmet Tanis, aggiungendo di non aver avuto più contatti con il figlio dal 2008, da quando era rientrato in Turchia dopo il divorzio con la madre del 37enne.

In carcere fino a due settimane fa - Secondo i media olandesi, il 37enne era in carcere fino a due settimane fa. Tra le accuse di cui doveva rispondere Tanis, furto e stupro. La rete cita la vittima della violenza sessuale, avvenuta nell'estate del 2017, la 47enne Angelique, che ha raccontato che Tanis era stato in carcere per sei settimane perché aveva violato alcune condizioni della libertà in attesa dell'udienza sul caso ed era uscito da poco dalla prigione dopo una richiesta del suo avvocato.

"Criminale, cocainomane e fuori di testa" - Tanis "è pazzo, tossicodipendente e fuori di testa. Ho già avvertito la polizia, non è un terrorista, ma uno psicopatico”, ha detto la donna. I vicini del quartiere di Kanaleneiland, dove viveva, lo descrivono come una "persona instabile, con molti problemi". Mentre gli amici raccontano che la situazione è precipitata dopo il divorzio dalla moglie due anni fa. In precedenza l'attentatore aveva vissuto seguendo le indicazioni dell'Islam, facendosi crescere la barba e indossando abiti lunghi.

La polizia esegue un terzo arresto - La polizia ha inoltre arrestato un terzo soggetto nell'ambito delle indagini sulla sparatoria. Le persone finite in manette finora, ha reso noto il portavoce dell'ufficio del procuratore Ties Kortmann, sono il presunto assassino e altre due sospettate di essere coinvolte nell'attacco.

Fratello del killer legato ad estremisti turchi - Secondo i media locali, il fratello di Gokmen Tanis è noto ai servizi di sicurezza olandesi per "presunti legami con un gruppo radicale islamico turco".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali