FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Patriarca Kirill: "Le nozze gay in Occidente sono quasi come le leggi naziste"

Il capo della Chiesa Ortodossa si scaglia contro i gay: "Vanno contro la natura morale umana". E sulla Siria appello a Russia e Occidente: "Unitevi per far tornare la pace"

Patriarca Kirill: "Le nozze gay in Occidente sono quasi come le leggi naziste"

"Quello che sta accadendo nei Paesi occidentali è che, per la prima volta nella storia umana, la legislazione va contro la natura morale degli esseri umani". Lo ha detto il patriarca Kirill, la guida della Chiesa ortodossa russa, a proposito dei matrimoni gay. "In qualche modo possiamo paragonarlo all'apartheid in Sudafrica o alle leggi naziste: frutto di un'ideologia", ha spiegato il religioso.

Non condanniamo le preferenze sessuali - "Noi diciamo - ha sottolineato il patriarca nella sua lunga intervista con RT - che la Chiesa non può mai ridefinire il bene e il male, il peccato e la giustizia, ma noi non condanniamo le persone che hanno diverse preferenze sessuali. Grava sulla loro coscienza e sono affari loro: ma ciò non deve essere discriminato o punito, come era pratica comune in alcuni stati. Tuttavia, in nessun caso questo dovrebbe essere accettato come norma sociale non diversa dalla norma sociale che deriva dalla nostra natura morale, cioè il matrimonio tra un uomo e una moglie per creare una famiglia e avere dei figli. Ecco perché crediamo che questa nuova tendenza costituisca una grave minaccia per l'esistenza della razza umana".

"La Chiesa - continua - deve affrontare questo e dire che è una brutta cosa, ma abbiamo visto che le autorità di alcuni paesi hanno cercato di mettere a tacere gli ecclesiastici. Un pastore protestante è andato in galera per aver chiamato nel suo sermone un matrimonio omosessuale un peccato. Questo ricorda molto quello che accadeva sotto il totalitarismo sovietico. Nei paesi che dichiarano il loro impegno per la libertà di parola, è possibile essere puniti per aver espresso la propria opinione. Questa è una tendenza pericolosa e io spero che si esaurisca e che l'ordine naturale delle cose prevalga: io non voglio nemmeno pensare a cosa ci potrebbe accadere altrimenti".

Russia e Occidente s'allineino per la Siria - "Continuiamo a sentire che [contro l'Isis] la coalizione internazionale ha il suo metodo e che la Russia ha una posizione diversa. Ma è arrivato il momento di non avere più differenze contrastanti: dobbiamo allinearci gli uni agli altri". Così il patriarca Kirill ha sottolineato che dopo il suo storico incontro col Papa in Medio Oriente "non è arrivata una soluzione politica" alla crisi e che le comunità cristiane sono state spazzate via quasi del tutto.

Contento per l'elezione di Trump, è una speranza - Kirill ha anche parlato delle elezioni americane: "Sono stato contento di sentire ciò che il presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, ha sottolineato la necessità di combattere il radicalismo e il terrorismo islamico". "Sulla base di ciò che Trump ha detto nel corso della campagna elettorale, vediamo che ha intenzione di stabilire un dialogo con la Russia, anche e soprattutto nella lotta al terrorismo. Questo è un bene, apre nuove opportunità per la collaborazione, che è ciò che spero avremo nelle relazioni Russia-Usa". "Non c'era speranza in ciò che gli altri dicevano", ha proseguito Kirill, "mentre le parole di Trump ci danno speranza. È molto importante che i leader delle grandi potenze globali instillino speranza in un futuro migliore".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali