FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Una donna racconta: "Ero in viaggio con Aylan e suo padre era lo scafista"

Lʼaccusa di Zainab Abbas ai microfoni della tv araba Eufrate. "In quel naufragio ho perso due dei miei tre figli - racconta -. Mi hanno detto di stare tranquilla perché il capitano viaggiava con due bambini piccoli"

Una donna racconta: "Ero in viaggio con Aylan e suo padre era lo scafista"

"Era Abdullah Kurdi", il padre del piccolo Aylan,"lo scafista della barca" del naufragio. A dirlo è Zainab Abbas, una donna che ai microfoni della tv araba Eufrate racconta che su quell'imbarcazione c'era anche lei, che in quell'incidente ha perso due dei suoi tre figli, che anche lei aveva tentato la sorte andando là sopra per percorrere la rotta Turchia-Grecia.

A bordo di quella barca Zainab era salita con il marito e con i tre figli. Sono arrivati soltanto in tre. In tutto là sopra erano in 12. Abdullah ha detto che sono finiti in mare perché durante il viaggio qualcuno si è innervosito per il mare grosso e si è alzato, provocando il capovolgimento dell'imbarcazione. Ma lei racconta invece che alla guida di quello scafo, sul quale ha perso Haidra, 8 anni, e Zainab, 12, c'era proprio lui e che la situazione è peggiorata quando a bordo ha cominciato a entrare acqua. Ricorda che suo marito aveva chiesto al parde di Aylan di non correre, che rischiavano di affondare.

E ancora, dice di aver chiesto all'intermediario se il viaggio fosse sicuro. "Mi ha confortato - risponde - dicendomi che il capitano stesso era in viaggio con due figli piccoli e la moglie.

A gettare ombre su Abdullah ci sono anche alcuni post su Twitter e Facebook, secondo cui il padre di Aylan sarebbe tornato subito in Siria proprio perché lo scafista era lui. E ancora, sul quotidiano iracheno Shafaq News un'altra donna ricorda che l'uomo che guidava la barca era ubriaco, senza però specificare che fosse proprio Abdullah. E ancora, c'è chi dice che l'uomo si sia messo alla guida dello scafo quando il titolare li aveva abbandonati, spaventato della onde, tuffandosi in mare.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali