FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Giappone, addio allʼuomo più vecchio del mondo: aveva 112 anni

Yasutaro Koide era entrato nel Guinness dei primati dopo la morte del precedente primatista, un altro giapponese. A stroncarlo una polmonite

Giappone, addio all'uomo più vecchio del mondo: aveva 112 anni

L'uomo più vecchio del mondo, il giapponese Yasutaro Koide, è morto all'età di 112 anni in un ospedale della città di Nagoya, nel centro del Giappone. Ex sarto, nato il 13 marzo 1903 nella prefettura di Fukui, a Nord-Ovest di Tokyo, l'ultracentenario è stato stroncato da un attacco cardiaco e da una polmonite. A luglio il suo primato era stato certificato dal Guinness World Records dopo la morte del precedente primatista, un altro giapponese.

Rispondendo a una domanda sul segreto della sua longevità, Koide aveva detto: "La cosa migliore da fare è evitare il superlavoro e vivere con gioia". Il nuovo record è passato così a un altro giapponese, Masamitsu Yoshida, 111 anni, nato il 30 maggio 1904 a Tokyo.

E in Brasile spunta Joao Coelho - E se a Tokyo salutano il "certificato Masamitsu, pochi giorni fa dal Brasile giungeva la notizia della presenza di Joao Coelho de Souza, soprannominato "l'uomo dei record" perché dice di avere 131 anni. Una storia incredibile, che tuttavia attende conferma dalla prefettura.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali