FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Libia, nuovo orrore dellʼIsis: dodici miliziani decapitati e crocifissi a Sirte

Le vittime erano impegnate nella battaglia per cacciare i jihadisti

Libia, nuovo orrore dell'Isis: dodici miliziani decapitati e crocifissi a Sirte

L'Isis ha decapitato e crocifisso dodici combattenti delle milizie salafite libiche impegnate per cacciare i jihadisti da Sirte. Questo nuovo orrore è stato riportato dall'agenzia libica Lana, come riferisce Le Parisien. Già venerdì l'Isis aveva compiuto una strage nell'ospedale della città natale di Gheddafi, uccidendo 22 pazienti.

L'escalation della violenza è partita all'inizio della settimana, dopo che i jihadisti hanno ucciso un importante leader salafita, Khaled Ben Rjab. Il governo filo-islamico di Tripoli la lanciato una vasta operazione per cacciare l'Isis da Sirte, e anche la popolazione si è unita ai combattimenti supportati dalle incursioni dell'aviazione.

I combattimenti sono proseguiti anche sabato, soprattutto nella parte orientale della città, secondo quanto si è appreso da fonti locali, secondo cui negli scontri sono rimaste uccise decine di persone. L'ambasciatore del governo di Tobruk in Francia, Chibani Abouhamoud, ha parlato di un vero e proprio "massacro", con almeno 150-200 morti finora.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali