FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Gb, uomo diventa donna e va in pensione 5 anni prima

Lʼavvocato della Corte europea ha ribaltato la sentenza del tribunale, che aveva respinto la sua richiesta perché non in possesso del certificato dʼidentità sessuale

Gb, uomo diventa donna e va in pensione 5 anni prima

Il Regno Unito aveva detto no: un uomo che cambia sesso non può andare in pensione finchè non raggiunge l'età prevista dal suo sesso biologico. Ma la Corte europea non è stata della stessa opinione e Mb, nato uomo nel 1948 e diventato donna nel 1995, potrà andare in pensione 5 anni prima rispetto ai 65 previsti dalla legge inglese per gli uomini.

La sentenza -  L’avvocato della Corte di giustizia europea ha rilevato l’illegittimità della sentenza inglese dando ragione alle richieste del transessuale. La donna infatti non si era rassegnata al giudizio del tribunale britannico che aveva respinto la sua domanda perchè senza certificato di completa d'identità sessuale. Secondo la normativa vigente all'epoca della scelta dell'uomo di cambiare sesso, l'iter burocratico per ottenere tale certificato, avrebbe avuto come consegueza  immediata l'annullamento del matrimonio contratto da Mb nel 1974, quando era ancora uomo. Un evento che nessuno dei coniugi desiderava.

L'avvocato generale della Corte, Michal Bobek, ha ribaltato la sentenza perchè la condizione di non essere sposato, per accedere a una pensione statale, è contraria alla direttiva sui diritti dell'uomo, e si tratterebbe di una "discriminazione sessuale" se applicata solo alle persone transgender. "Gli Stati membri della Ue - ha ribatido l'avvocato - non sono obbligati a riconoscere i matrimoni tra le persone dello stesso sesso. Quello che è richiesto è rendere l'accesso alla pensione indipendentemente dalla condizione di non essere coniugati".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali