FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid, Italia blocca vaccini AstraZeneca: gli australiani "boicottano" la pasta 

Su Twitter la "vendetta pacifica" dell'Australia è diventata virale, "rivisitati" i piatti storici della nostra tradizione gastronomica. Qualche esempio?  La panna nella carbonara, le zucchine nel ragù

AstraZeneca, la "vendetta" degli australiani

Se lo stop dell'Italia alla consegna di 250mila dosi di vaccini AstraZeneca all'Australia è stato preso abbastanza bene dal primo ministro Scott Morrison, non si può dire lo stesso degli australiani che hanno intrapreso una "vendetta pacifica" e molto ironica su Twitter: boicottare le ricette più famose di pasta, dalla carbonara al ragù.   

Tutto è cominciato da un tweet di Naaman Zhou, un giornalista del Guardian, che ha pubblicato sul suo profilo la foto di un pacco di linguine con la sua ricetta  di carbonara rivisitata : "Fino a quando l'Italia non rimanderà quelle 250mila dosi all'Australia, le spezzerò a metà e le condirò con una salsa a base di panna che chiamerò carbonara". Insomma, un oltraggio alla tradizione gastronomica italiana. 

 

Poco dopo si è scatenato in Rete un clamoroso thread. Un'altra giornalista, Kate Silver, che lavora per la Bbc, ironizza allo stesso modo: "Io cucinerò la mia pasta condendola coi frutti di mare e aggiungendoci sopra anche il parmigiano". 

 

E ancora, c'è chi annuncia di "mettere le zucchine nel ragù fino alla fine di questo embargo"; chi  imporvvisa la sua "bolognese":  "Friggerò la carne macinata, spruzzandoci sopra la salsa di pomodoro, e la chiamerò bolognese"; e chi infine attacca la pizza: "Fino a quando l'Italia non cederà, continuerò a mangiare la pizza all'ananas".

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali