FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Condannato in Italia, il mullah Krekar è stato arrestato in Norvegia

Eʼ considerato il capo spirituale della cellula terroristica Rawthi Shax, smantellata nel 2015: è stato fermato a seguito della sentenza emessa dal tribunale di Bolzano

Condannato in Italia, il mullah Krekar è stato arrestato in Norvegia

La polizia norvegese ha arrestato il mullah Krekar su richiesta delle autorità italiane a seguito della sentenza emessa lunedì dal tribunale di Bolzano. Nel processo a carico di sei jihadisti, la Corte d'Assise ha infatti condannato il mullah a 12 anni di carcere. Krekar è considerato il capo spirituale della cellula terroristica Rawthi Shax, smantellata nell'autunno 2015 grazie a un'indagine del Ros di Trento. Da 30 anni vive in Norvegia.

Arrestati per poi essere estradati in quattro - Dopo la sentenza della Corte d'Assise di Bolzano per associazione con finalità di terrorismo anche internazionale, sono stati arrestati per poi essere estradati, oltre al mullah Krekar, altri tre dei sei condannati. Lo comunica il Ros in una nota. Gli arresti sono stati effettuati tra la Norvegia e l'Inghilterra. Due condannati sono invece cittadini norvegesi che per questo non concede estradizioni verso l'estero.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali