FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

24/7/2008

Obama prega al Muro del pianto

Poi lascia Israele per volare a Berlino

Il candidato democratico alla presidenza Usa, Barack Obama, ha visitato alle prime luci dell'alba, a sorpresa, il Muro del pianto a Gerusalemme. Zucchetto ebraico in testa, ha voluto manifestare il suo forte sostegno a Israele collocando tra le pietre dell'antica parete del tempio di Salomone un foglietto con una sua preghiera. Ma un ebreo ultraortodosso gli ha urlato: "Obama, Gerusalemme non  in vendita!".

Prima che il senatore nero ripartisse, decine di persone hanno scandito "Obama, Obama!" per coprire la voce dell'isolato contestatore che continuava a urlare frasi su Gerusalemme.

Dopo la visita al Muro del pianto, Barack Obama  ripartito alla volta dell'Europa per continuare il suo tour elettorale internazionale. Prima tappa Berlino,  dove sar ricevuto dal
cancelliere Angela Merkel, dal ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier e dal sindaco della capitale tedesca Klaus Wowereit.

Nel pomeriggio di gioved  un atteso per un discorso sulle relazioni transatlantiche davanti alla Colonna della Vittoria, nel parco Tiergaten. Il tour di Obama proseguir con le tappe di venerd a Parigi e di sabato a Londra, da dove ripartir per Chicago.