FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Mondo > Le bombe della Nato sfiorano di nuovo Gheddafi ma lui dice: "Siamo pronti a trattare"
30.4.2011

Le bombe della Nato sfiorano di nuovo Gheddafi ma lui dice: "Siamo pronti a trattare"

Bersagliato un edificio vicino al colonnello che stava rilasciando un'intervista televisiva

foto Ap/Lapresse
15:21 - Bombe della Nato sono cadute su Tripoli nei pressi degli studi della tv, proprio dove il leader libico stava rilasciando una dichiarazione. Lo ha reso noto la tv di Stato, parlando di un tentativo da parte della coalizione di attentare alla vita del Colonnello. La ricezione del segnale da al-Jamahiriya è stata più volte disturbata durante il discorso di Gheddafi.
Gheddafi alla Nato: "Trattiamo"
Muammar Gheddafi ha annunciato che non lascerà il potere e ha chiesto negoziati con Usa e Francia per "fermare i bombardamenti della Nato" e si è detto pronto ad un cessate il fuoco "non unilaterale". "Paesi che ci attaccate, fateci negoziare con voi", ha detto il colonnello in un discorso di 80 minuti in diretta tv. "Noi non li abbiamo attaccati, non abbiamo oltrepassato i loro confini, perché loro ci stanno attaccando?", ha chiesto il leader libico. Gheddafi ha anche detto di essere pronto a far tacere le armi, a patto che sia unilaterale e non solo per le forze lealiste che combattono contro i ribelli. "Siamo i primi ad accogliere un cessate il fuoco, la porta alla pace è aperta", ha detto.

La Nato "deve abbandonare ogni speranza che Gheddafi lasci il potere, non lascerò il mio Paese e combatterò fino alla morte", ha detto il leader libico. "Siamo pronti a negoziare con Usa e Francia ma senza precondizioni", ha chiarito. "Non ci arrenderemo, ma vi chiedo di negoziare. Se volete petrolio, firmeremo contratti con le vostre aziende, non vale la pena andare in guerra per questo", ha spiegato. "Sono sacro per il popolo libico, sono un simbolo e un padre per loro, più sacro dell'imperatore del Giappone", ha concluso il colonnello.

Il portavoce del raìs: "Volevano ucciderlo"
"Un edificio adiacente alla sede di al-Jamahiriya è stato bombardato mentre Muammar Gheddafi stava tenendo il suo discorso: questo significa che l'obiettivo era lo stesso leader della rivoluzione", ha affermato l'emittente dopo le dichiarazioni del Colonnello. Durante il suo intervento Gheddafi è stato informato del fatto che alcune bombe della Nato erano state sganciate nei pressi degli studi televisivi, ma ha continuato il suo discorso. E' quanto ha riferito il portavoce del governo libico Moussa Ibrahim.

OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile