ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
10/7/2006

Mondiali: Zidane miglior giocatore

Per la Fifa precede Cannavaro e Pirlo

Zinedine Zidane è stato eletto dalla Fifa il miglior giocatore di Germania 2006. Nonostante la sconfitta in finale contro l'Italia e, soprattutto, la testata a Materazzi nei tempi supplementari che gli è costata l'espulsione, il capitano francese, che era all'ultima partita in carriera, ha battuto la concorrenza dei giocatori azzurri. Alle sue spalle Fabio Cannavaro e Andrea Pirlo. A Brasile e Spagna il premio fair play.

Mentre l'Italia gioisce della conquista del Mondiale, la Francia si deve 'accontentare' del premio andato a Zinedine Zidane come miglior giocatore della rassegna. Un riconoscimento certamente discutibile, soprattutto dopo il brutto gesto del francese ai danni di Materazzi durante la finale, nella quale il difensore nerazzurro è stato colpito da una testata del capitano transalpino. Ma, evidentemente, era già stato deciso tutto prima dell'evento conclusivo, altrimenti non si spiegherebbe la mancata vittoria di un azzurro, che in questa classifica sono stati piegati da Zizou. Il Portogallo, sconfitto dalla Germania nella finale per il terzo posto, è stato premiato dalla federazione internazionale, tramite il voto dei giornalisti, quale squadra più divertente del torneo, mentre l'attaccante tedesco Klose, autore di 5 reti nel corso della Coppa del Mondo, ha vinto la Scarpa d'Oro riservata al miglior realizzatore dei Mondiali. Buffon ha invece ottenuto il premio di miglior portiere del torneo. 

In merito al premio di miglior giocatore del torneo Zidane succede ad altri due calciatori sconfitti in finale: sono il portiere tedesco Oliver Kahn per i Mondiali nippocoreani del 2002 (Germania battuta 2-0 dal Brasile) e l'attaccante brasiliano Ronaldo per l'edizione di Francia '98 (la Selecao fu superata nel match per il titolo dalla Francia per 3-0). Nell'edizione di Usa '94 il premio andò ad un altro 'bomber' brasiliano, Romario, protagonista del successo verdeoro nella finale vinta ai rigori con l'Italia, mentre nel 1990 il riconoscimento fu consegnato a Salvatore Schillaci, attaccante della nazionale italiana uscita in semifinale con l'Argentina. Nel 1986 il premio fu invece di Diego Armando Maradona, leader dell'Argentina vincitrice del torneo organizzato in Messico.