ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
4/7/2006

Lippi: "Soddisfazione grandissima"

"A Berlino un'altra Italia così"

E' esausto Marcello Lippi dopo la vittoria per 2-0 con la Germania, che regala all'Italia la sesta finale della storia. "Abbiamo sofferto, ma la sofferenza ci fa godere maggiormente - ha detto il ct a Sky - La soddisfazione è grandissima. Ma se c'era una squadra che doveva vincere, questa era la nostra. Abbiamo rischiato pochissimo, loro hanno fatto un solo tiro in porta. A Berlino servirà un'altra Italia così".

"Non è stata come il '70 ma ci manca poco. Sul piano tecnico tattico me l'ero aspettata così". Marcello Lippi non sta più nella pelle dopo il successo sulla Germania a Dortmund. "Io penso solo una cosa di questa gara. Sarebbe stata un'ingiustizia non vincerla o andare ai rigori e rischiare il terno al lotto. Abbiamo fatto più palle gol della Germania, abbiamo preso due pali. Ma abbiamo avuto soprattutto un dominio territoriale continuo e abbiamo meritato. Non credo ci sia nessun tedesco che possa dire il contrario. Siamo enormemente felici, perché vincere contro una squadra gasata ed entusiasta come era questa Germania e in casa loro e con sessantamila tifosi che urlavano è esaltante. Ora però non è finita, bisogna provare a completare l'opera. Domani sera si vedrà chi sarà il nostro avversario". Il c.t. azzurro non si sbilancia sulle preferenze: "Credo che la cosa più stupida sarebbe che dicessi chi preferisco. Se poi vince quell'altra ci dice 'ora ti facciamo vedere'. Chi viene viene, classificare meno una squadra piuttosto che un'altra sarebbe sbagliato".

Coccole per gli azzurri: "Nella riunione di preparazione c'era un'atmosfera bellissima, di grande partecipazione. Ma quello che io dico con i giocatori lo tengo per me e vedrà che lo faranno anche loro. Grosso? Ha fatto una stupenda partita come tutti i suoi compagni". Poi, su Del Piero rivela: "Quando è entrato ho detto alla panchina: lui ora fa il gol della vittoria. Mi sono sbagliato, ha segnato il secondo. Sono contento per lui".