FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Piattaforme, fughe in auto e minigolf sul cellulare!

Fate spazio sulla memoria: vi consigliamo dei titoli immediati e a prova di riflessi

Bentornati a "Giochi per il vostro smarphone", la rubrica di Mastergame dedicata ai titoli mobile. Partiamo con le piattaforme di Blackmoor 2, fantasy ma con un’identità originale e dei livelli più che gustosi: già al terzo, dovrete saltare dal tetto di un vagone all’altro su un treno a vapore! Poi passiamo a un gioco totalmente immediato, dove le partite durano in media mezzo minuto (se siete lesti con gli schermi touch): PAKO Forever, dove l’importante è fuggire dalla quintalata di polizia che vi sta inseguendo – chissà che avete combinato! Infine, le 26 buche di Alphaputt, il minigolf dai percorsi più assurdi che abbiamo visto sugli store digitali: consigliatissimo, specie se giocherete con amici e parenti.

Blackmoor 2 - Ci sono due tipi di platform sui dispositivi mobile. Quelli dove i controlli sono lenti, imprecisi e erratici, e quelli dove funziona tutto a meraviglia: Blackmoor 2 appartiene robustamente alla seconda categoria. Attraversare i suoi livelli è una gioia, perché controllare l’eroe fantasy di questo videogame con i virtual pad funziona alla grande. La missione è poco originale: c’è una lunga fila di livelli da superare uno dopo l’altro, e sono pieni zeppi di nemici. C’è il barbaro base, c’è il simil ninja che si arrampica sulle pareti e sul soffitto, c’è l’arciere scheletrico: la quantità e la varietà dei nemici sono eccezionali, in Blackmoor 2. Anche le ambientazioni, considerando che si tratta di un platform fantasy: i developer sono andati volutamente controcorrente, e già alla terza mappa vi ritroverete su un treno a vapore in corsa – ben poco cappa e spada, ma divertentissimo. Oltre ai nemici e alle piattaforme troverete il solito arsenale di trappole, come le lame rotanti, gli ascensori e via dicendo. L’asso nella manica del gioco è che oltre la campagna single player, potrete affrontare i “dungeon”, i livelli creati da altri utenti: al momento sono centinaia, sebbene il gioco non sia uscito da molto tempo. Certo, alcuni livelli sono realizzati malino o in modo molto lineare, ma ce ne sono anche di assai sfiziosi. Il gioco si scarica gratuitamente e poi vi offre la possibilità di acquistare monete e power-up per rendere più veloce la vostra avventura. Avremmo preferito spendere un prezzo “fisso” all’inizio (vale sicuramente 5 euro, per dire), ma anche con il modello “freemium” siamo piuttosto certi che rimarrà sul nostro cellulare per un bel pezzo.

Disponibile da subito su iOS, la versione Android è prevista per dicembre. Provato su iPhone 7 Plus.

PAKO Forever - Scappare, fuggire, darsela a gambe: questo il vostro unico obiettivo in PAKO Forever (su Android italianizzato in PAKO Per sempre). Due tocchi sullo schermo bastano per farlo partire, e poi dovrete solo correre e fuggire dalla valanga di poliziotti che vi inseguono. Sembra un po’ di essere nelle fasi più concitate degli inseguimenti dei primi GTA, quelli con la visuale dall’alto: la polizia è più veloce di voi nei rettilinei, ma se sgommate e derapate metterete immediatamente i poliziotti in difficoltà. Quindi dovrete lanciarvi in slalom tra gli alberi e le auto parcheggiate, sterzate furibonde e cambi di rotta fulminei per disorientare gli inseguitori. Ogni tanto arriva un pacco regalo (letteralmente!) che vi raggiunge e vi dona un bonus: potrete diventare dei giganti della strada, oppure ritrovarvi con una palla catenata agganciata alla marmitta per seminare un po’ di distruzione, oppure ridurre le auto avversarie a piccole macchinine lillipuziane molto meno preoccupanti. La sfida è durare il più possibile (prima o poi vi prendono!) e sbloccare le altre auto, ognuna con caratteristiche diverse. Non vincerà l’Oscar per la trama o la grafica 2019, ma è un giochino carino con cui passare qualche manciata di minuti quando dovete ingannare il tempo. Si scarica gratuitamente, poi potete rimuovere le pubblicità (2 euro e rotti) o comprare il “pack” con le auto (altri due euro e qualcosa).

Disponibile su iOS e Android, provato su Neffos 7.

Alphaputt - Il fascino del minigolf! Se avete passato almeno un’estate sulla Riviera Romagnala, probabilmente avete sfidato amici e parentame assortito alle gare con le palline, le mazze e i percorsi assurdi con mulini a vento e statue a dir poco bizzarre. Alphaputt è esattamente questo: un minigolf con 26 percorsi pazzi, uno per ogni lettera dell’alfabeto. Così la “A” di Aeroporto è un livello in cui dovrete lanciare la pallina evitando gli aerei che decollano e atterrano, la “G” di “Graveyard” (“cimitero”) è un Camposanto pieno di fantasmi e cancelli che si aprono da soli, la “P” di “Prigione è un percorso tra botole con galeotti fuggitivi in cui dovete evitare il raggio luminoso del proiettore dell’elicottero della polizia. Quando iniziate una partita, potete decidere il numero di giocatori (da uno a quattro) e la “parola” le cui lettere formano il percorso che dovrete completare (tipo “IGN” o “TG COM”, per esempio!). Da soli è divertente, anche se non c’è una vera sfida se non rimanere sotto il “Par”, il numero di colpi consentiti per ogni livello. Contro uno o più amici diventa assai più spassoso. La qualità della grafica e la cura per i particolari valgono senza dubbio i 5 euro del suo prezzo, soprattutto se pensate di giocarci insieme a qualche amico.

Disponibile su iOS, provato su iPad Pro.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali