FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Dieci giochi da tavolo "super" per divertirsi a Natale

Se volete trascorrere le feste in compagnia di un buon board game, vi consigliamo dieci idee da regalarsi (o farsi regalare)

Viva il Natale e la sua meravigliosa convenzione sociale dello scambio dei regali. Non solo possiamo sperare che amici e parenti colgano i numerosi indizi su cosa desideriamo, ma abbiamo anche un fantastico alibi per giustificare la possibilità di farci un regalo decisamente costoso! Quale occasione migliore per aggiungere alla propria collezione un gioco da tavolo davvero sostanzioso, ovvero uno di quelli con una scatola enorme, un peso da fa spuntare un'ernia e una quantità di pezzi da fare concorrenza al cesto dei LEGO dell’infanzia!

Le regole alla base di questa lista prevedono che il gioco sia localizzato in italiano, sia facilmente acquistabile nei negozi specializzati (o online) e che si tratti di giochi sopra i 50 euro... perché una volta l'anno è anche giusto premiarsi duro!

 

BLACK ROSE WARS
Edizione Italiana: Ludus Magnus Studio - Giocatori: 2-4

 

Non c'è riconoscimento più grande per un mago che essere insignito del titolo di Gran Maestro dell'Ordine della Rosa Nera, ma per dimostrare di essere degni del ruolo c'è un'unica via: sconfiggere gli altri pretendenti in un duello a colpi di magia.

 

IGN

 

In Black Rose Wars ogni giocatore interpreta un guerriero della magia impegnato a scagliare incantesimi contro gli avversari in un'arena formata da una serie di stanze esagonali disposte casualmente. Ogni turno di gioco è suddiviso in più fasi, in cui potrete imparare nuove magie (rappresentate da carte), pianificare gli incantesimi da lanciare, muovervi sulla mappa attivando il potere della stanza in cui vi fermate, causare danni agli avversari, piazzare trappole, preparare difese ed evocare potenti creature. Se un mago esaurisce l'energia vitale si rimaterializza nella sua stanza di partenza e coloro che gli hanno inflitto più danni guadagnano punti potere (chi ne ha di più alla fine vince).

 

La qualità di Black Rose Wars traspare già dal meraviglioso design della sua confezione, ma è quando si apre la scatola che si rimane senza parole. Più di trenta miniature ultra dettagliate rubano l'attenzione all'infinità di carte, esagoni mappa e segnalini comunque splendidamente disegnati. Tutto questa meraviglia visiva è poi accompagnata da una meccanica di gioco coinvolgente capace di regalarvi emozioni a ogni partita. Certo, serve un po' per digerire le regole, ma oltre a valerne la pena, sono molto meno complesse di quello che potrebbe sembrare all'inizio. Black Rose Wars è un gioco completamente Made in Italy (prodotto da Ludus Magnus Studio di Roma), che testimonia come la creatività italica sia molto apprezzata nella comunità internazionale del board gamer. Se vi piacciono i giochi di magia e di combattimento, non fatevi sfuggire Black Rose Wars.

 



GLOOMHAVEN
Edizione Italiana: Asmodee Italia - Giocatori: 1-4

 

In una lista del genere non si può certo ignorare il re assoluto dei big box! Considerato uno dei migliori giochi da tavolo degli ultimi anni, Gloomhaven si ispira moltissimo ai videogame, con tanto di "world map" con aree da rivelare e personaggi segreti da sbloccare.

 

Boardgame
IGN

 

Il risultato finale è un'avventura epica che vi terrà impegnati per mesi, regalandovi tanti momenti indimenticabili e che, incredibilmente, riesce a tenervi sulle spine anche dopo decine di ore di gioco. Questo grazie a una meccanica di combattimento davvero geniale basata su l'intelligente gestione delle carte azione del vostro personaggio. Ogni scontro è un puzzle da risolvere in cui saper collaborare con gli altri è importante tanto quanto sfruttare a proprio vantaggio le semplici regole di Intelligenza Artificiale che controllano gli avversari, perché spesso come vi posizionate rispetto ai nemici può avere importanti effetti sui vostri attacchi. Alla fine di ogni battaglia è poi un piacere potenziare il proprio eroe, attaccando adesivi sulle carte azione per renderle più forti, aggiungendone di nuove o facendo cambiamenti al mazzo che modifica il danno che apportate. 

 

Il gigantesco box di Gloomhaven include le miniature per i personaggi giocabili (alcune in scatole da aprire solo in determinate occasioni), decine di segnalini di cartone, schede, mappe, adesivi; la quantità di materiale è talmente sorprendente che sentirete di aver pagato meno del dovuto per tutta quella roba... e sappiate che il gioco non è propriamente economico! Il poco spazio a disposizione in questo articolo impedisce di citare gli infiniti pregi di Gloomhaven, ma sappiate che, a meno che non odiate il fantasy e i giochi di combattimento nei dungeon, questo titolo è un vero "imperdibile" per i board gamer!

 


 
TWILIGHT IMPERIUM - QUARTA EDIZIONE
Edizione Italiana: Asmodee Italia - Giocatori: 3-6

 

eXplore, eXpand, eXploit, eXterminate (esplora, espandi, sfrutta, stermina) sono i concetti che governano i titoli “4X” molto popolari tra i videogiocatori da PC, e Twilight Imperium li porta sul tavolo alla perfezione.

 

Boardgame
IGN

 

La storia alla base di questo colosso prende il via dalla morte dell'imperatore e dal conseguente scontro delle Grandi Razze per rivendicarne il trono attraverso la conquista di punti vittoria ottenibili non solo attraverso l’uso della forza. Per rendersi conto dell'epicità di Twilight Imperium basta dire che all'interno del mastodontico box troverete 350 astronavi di plastica, 51 tessere sistema, circa 1.300 carte di vario tipo (azione, delibera, obiettivo, pianeta e miglioria tecnologica), svariati segnalini e molto altro ancora. Ogni partita di Twilight Imperium è un evento! Non solo perché possono durare anche otto ore, ma perché la quantità di cose che avvengono durante il gioco sarebbe sufficiente a realizzare una tripla trilogia di film fantascienza (decisamente migliore delle ultime che abbiamo visto al cinema).

 

Mentre si esplora la galassia, sviluppando tecnologie, influenzando il Consiglio Galattico e conquistando nuovi mondi, è fondamentale tessere accordi diplomatici (pubblici e segreti) con le razze aliene controllate dagli altri giocatori: arrivare allo scontro è infatti l'ultima opzione perché potrebbe innescare una serie di altri attacchi che devasterebbero la maggior parte delle fazioni coinvolte in quella guerra. Tradimenti, violazioni degli accordi, doppiogioco e “infamate” di ogni genere sono tutti elementi di una bella partita e se ci scappano anche insulti e minacce, allora siamo ai livelli top! Twilight Imperium non è un gioco adatto a tutti, ma se amate le saghe spaziali epiche, la diplomazia e non avete paura di farvi odiare da tutti, questo gioco non deve mancare nella vostra collezione.  

 



SCYTHE
Edizione Italiana: Ghenos Game - Giocatori: 1-5

 

Uno dei titoli che meglio rappresenta la nuova generazione di board game. Qui la cura e la passione è percepibile in ogni singolo pezzo di gioco, dalla meravigliosa mappa, alle originali miniature dei robot.

 

Boardgame
IGN

 

Gran parte del fascino di Scythe si deve all'artista polacco Jakub Różalski e alle sue illustrazioni capaci di dare vita in modo credibile a una linea temporale alternativa, posizionata tra le due guerre mondiali, in cui giganteschi mech combattono per la supremazia e il benessere della propria nazione in una Europa dell'Est tra rivoluzione industriale e cultura contadina (la stessa ambientazione è stata usata anche dal videogame Iron Harvest). Il tutto è sorretto da una meccanica di gioco non troppo complicata da imparare, ma di grande profondità. L'aspetto affascinante di Scythe è che non si tratta di un gioco di sola conquista, perché anche se combattere può aiutare a vincere, spesso comporta ripercussioni negative non solo per lo sconfitto.

 

Qui l'importante è far evolvere la propria nazione, facendo crescere la popolazione, aumentando il benessere, espandendosi in nuovi territori, raccogliendo risorse e costruendo strutture. La percezione della crescita della propria fazione è uno dei punti di forza, tanto che spesso perderete la partita perché troppo impegnati a sbloccare potenziamenti, piuttosto che seguire una strategia in grado di farvi guadagnare i punti necessari alla vittoria. Se non è ancora nella vostra collezione, è arrivato il momento di cambiare le cose!

 



DINOSAUR ISLAND
Edizione Italiana: Ghenos Game - Giocatori: 1-4

 

Esistono giochi da tavolo con il marchio ufficiale di Jurassic Park, ma nessuno riesce a catturare l'essenza di quella saga come Dinosaur Island. Preparatevi a sfidare i vostri amici nella creazione del più emozionante parco di dinosauri sulla faccia della terra, ma per farlo non solo dovrete piazzare attrazioni e lucertoloni sulla vostra isola, ma dovrete anche manipolare filamenti di DNA per riuscire a creare i sauri più richiesti dal pubblico...  mentre provate a fare in modo che le bestie non mangino troppi visitatori.

 

Boardgame
IGN

 

Il sistema alla base è quello di un "piazzamento lavoratori", ovvero a ogni turno avrete un numero definito di pedine da posizionare su spazi che vi permettono di eseguire azioni, ma l'originalità di Dinosaur Island sta nel movimentare il tutto suddividendo il turno in quattro fasi (Ricerca, Mercato, Lavoratori, Parco), ognuna giocata su una plancia diversa e con regole tutte sue. Questa scelta rende il gioco sicuramente più complesso della media, ma garantisce sfide molto avvincenti viste le numerose variabili da prendere in considerazione. Esteticamente è un titolo molto colorato, con illustrazioni in tema, tanti meeples (segnalini in legno sagomati), numerose schede dinosauro diverse, plance giocatore e dadi speciali.

 

Se non spaventano i regolamenti un po' più complessi della media, Dinosaur Island è un gioco che saprà ricompensarvi con partite emozionanti e ricche di colpi di scena, oltre che garantirvi un grande senso di soddisfazione quando riempirete il vostro parco con ogni genere di attrazione.

 



THE KING'S DILEMMA
Edizione Italiana: Ghenos - Giocatori: 3-5

 

Candidato al premio del Gioco dell'Anno 2020 e frutto di una creatività tutta italiana (prodotto dalla Horrible Guild di Milano), The King's Dilemma è capolavoro di narrazione che non può mancare nella collezione di ogni appassionato di giochi con una forte componente diplomatica (e di ogni appassionato de Il Trono di Spade).

 

Boardgame
IGN

Foto di BoardGame Shot

 

La pesante scatola non contiene né grandi plance modulari né miniature, ma un'infinità di carte, di misteriose buste sigillate, di segnalini di cartone e di adesivi sufficienti a trascinarvi in un regno medievale in cui ogni scelta influenzerà l'evolversi della trama. I giocatori interpretano il reggente di un casato, con tanto di motto e particolari scopi da raggiungere, che cercherà di influenzare le decisioni del re per soddisfare i propri interessi. Al posto di una mappa di gioco (che comunque è presente) c'è una plancia in cui dei segnalini terranno traccia di 5 caratteristiche: Morale, Ricchezza, Cibo, Conoscenza e Influenza, le cui fluttuazioni influenzeranno la stabilità generale del regno.

 

Ogni turno si gira una carta su cui è narrato un evento con due possibili soluzioni che (probabilmente) porteranno a modificare determinate caratteristiche del regno. A questo punto partono le contrattazioni attorno al tavolo per convincere gli altri a votare in una direzione che porti acqua al vostro mulino: si fanno promesse, si prendono impegni (che poi si possono tradire), si cerca di corrompere, si prova a irretire... e poi si decide e si legge dietro alla carta cosa ha comportato quella scelta. Qui potrete trovare istruzioni su come muovere uno o più dei 5 segnalini Caratteristiche, ma anche trovare istruzioni su quale delle buste chiuse aprire, al cui interno troverete altre carte che andranno a modificare la storia.

 

The King's Dilemma è un gioco "legacy", il che significa che ogni volta che giocate causerete dei cambiamenti che influenzeranno la partita dopo. È spettacolare vedere come la storia, che parte piano con eventi piuttosto banali, diventi sempre più intrigante ed elaborata, fino a mettervi di fronte a veri dilemmi morali che vedranno confliggere la vostra coscienza con gli scopi del vostro casato. Seguirete il cuore o farete tutto ciò che è necessario per vincere? Per scoprirlo non fatevi sfuggire questo gioco. 

 


 
CLEOPATRA AND THE SOCIETY OF ARCHITECTS: DELUXE EDITION
Edizione Italiana: Uplay Edizioni - Giocatori: 2-4

 

Uscito per la prima volta nei negozi 16 anni fa, questa riedizione modernizza il regolamento e migliora l’impianto scenografico (già impressionante) dell'originale. Allestite il gioco sul tavolo e immediatamente tutti i vostri amici ci vorranno giocare, attirati dall’impressionante diorama tridimensionale. Fortunatamente le regole sono sufficientemente semplici da permettere il coinvolgimento anche di completi novizi al mondo dei board game.

 

Boardgame
IGN

 

Lo scopo è quello di impersonare uno degli architetti responsabili della costruzione del palazzo e aggiungere abbellimenti alla struttura per ottenere "punti Favore" da Cleopatra. Durante il vostro turno potrete scegliere se prendere carte da uno dei tre slot (che poi rifornirete tutti rendendone alcuni più carichi di altri), oppure giocare una combinazione di carte per costruire qualcosa. Potrete aggiungere mura e porta alla struttura principale, sfingi e obelischi sulla via d'accesso, base e trono sul giardino superiore, tutti rappresentati da modelli 3D; oppure potete mettere delle decorazioni sul pavimento del giardino facendo attenzione a incastrarli al meglio per evitare di scontentare la regina.

 

Alcune carte più potenti avranno un bordo rosso che indica che se vengono giocate dovrete prendere un segnalino corruzione (cosa che farete anche se non incastrate al meglio i pezzi di pavimento decorato o se avrete più di 10 carte in mano) che alla fine del gioco vi farà perdere punti... quindi meglio usarle per battere gli avversari sul tempo o evitarle per non essere penalizzati? Il gioco scorre fluido mentre i giocatori si prendono tanti piccoli azzardi per ottenere punti, garantendo un’ora di puro divertimento a tutta la famiglia e ad ogni tipologia di appassionato di board game.

 



BARRAGE
Edizione Italiana: Cranio Creations - Giocatori: 2-4


Altro successo internazionale nato da una creatività tutta italiana (prodotto dalla Cranio Creations di Milano), Barrage è uno dei più entusiasmanti e tesi giochi di piazzamento lavoratori attualmente sul mercato. La sua pesante scatola contiene un'infinità di pezzi tra segnalini, meeple di legno, plance giocatori e tabellone di gioco... ma soprattutto le ruote di costruzione, uno dei punti di forza di questo titolo.

 

Boardgame
IGN

 

Lo scopo è quello di costruire dighe e centrali elettriche lungo dei corsi d'acqua così da produrre l'energia necessaria a fare punti e soddisfare le richieste dei contratti (per ottenere importanti extra). Per riuscire in questa impresa potrete piazzare i vostri uomini sugli spazi azione del tabellone o della vostra plancia, oppure metterli a costruire delle strutture sulla vostra ruota di costruzione. In quest'ultimo caso, rimarranno impegnati nel lavoro finché la ruota non avrà fatto un giro completo. Pianificare il piazzamento di una struttura lungo il corso d'acqua (completandola al momento giusto) è fondamentale per la vittoria, ma è anche importantissimo tenere sott'occhio gli avversari per provarne a intuire le intenzioni, perché una loro diga potrebbe modificare il corso dell'acqua impedendo che alcune vostre centrali producano a piena potenza.

 

Barrage è un gioco fantastico, sicuramente destinato a giocatori più esperti o a chi è in cerca di una sfida di alto livello. Ogni partita genera una tensione unica, obbligandovi a un'attenzione totale, ma regalando anche grandi soddisfazioni quando i vostri piani prendono forma. Se cercate un titolo capace di scatenare il vostro spirito competitivo e mettervi sempre alla prova, Barrage è ciò che state fa al caso vostro. 

 


 
PANDEMIC LEGACY: SEASON 0
Edizione Italiana: Asmodee Italia - Giocatori: 2–4

 

È inutile girarci attorno... il marchio "Pandemic" ha subito un'impennata di popolarità in questi ultimi mesi. Del resto un gioco da tavolo dedicato al tentativo di arginare la diffusione di un virus non poteva non attirare l'attenzione.

 

Boardgame
IGN

 

Questa versione "Legacy" fa in modo che ogni vostra partita influenzi quella successiva, non solo sviluppando la storia in una direzione, ma modificando anche il tabellone e il manuale delle regole attraverso l'uso di adesivi. In base a come andrà ogni sezione di gioco vi verrà chiesto di aprire determinate buste o misteriose scatoline che aggiungeranno a sorpresa nuovi componenti e carte. Questo episodio della serie Legacy è chiamato Season 0 perché narra eventi precedenti ai due capitoli già usciti in passato (Season 1 e Season 2) ed è ambientato durante la guerra fredda.

 

Il vostro scopo sarà quello di usare con intelligenza le carte in vostro possesso in modo da collaborare con gli altri giocatori e bloccare la diffusione della nuova bioarma sovietica chiamata "Progetto Medusa". Per riuscirci dovrete coordinare i vostri viaggi intorno al globo e ottimizzare le vostre azioni di spionaggio, ma anche arginare un’epidemia... e non vado oltre per non rovinarvi la sorpresa. Pandemic Legacy Season 0 è un gioco perfetto se avete un gruppo di amici che si ritrova spesso, perché parte del suo fascino sta proprio nel far evolvere la trama e vedere come il gioco si trasforma sotto i vostri occhi, così che, serata dopo serata, possiate vivere da protagonisti un'avventura di spie e virus emozionante come un film.

 


 

FIRST MARTIANS
Edizione Italiana: Pendragon Studio - Giocatori: 1–4

 

Appassionante cooperativo capace di coinvolgere fino a 4 pionieri spaziali, First Martians ha il pregio di risultare convincente anche quando giocato in solitario. Con il suo imponente tabellone, 4 plance personaggio, decine di cubi e dischi colorati, 5 miniature, un'infinità di carte, dadi e segnalini vari, questo titolo ha bisogno di un tavolo piuttosto grande per essere allestito, ma l'effetto finale è davvero affascinante perché sembra davvero di trovarsi di fronte alla plancia di comando di una stazione spaziale.

 

Boardgame
IGN

 

Come se tutto questo non fosse già abbastanza per un coinvolgimento totale, First Martians usa anche un'App (scaricabile gratuitamente) non solo per aumentare ulteriormente il "feeling" tecnologico, ma anche per generare eventi casuali durante le vostre partite, ricordarvi alcuni passaggi delle regole e tenere traccia di ciò che avviene tra una sessione e l'altra quando affrontate la modalità campagna.

 

Anche quando giocato in "Missione Singola", First Martians è capace di assicurare grande varietà, con scenari talmente diversi tra loro che sembra di giocare ogni volta a un gioco diverso. La meccanica è quella di un piazzamento lavoratori, ma il livello di difficoltà piuttosto elevato contribuisce a rendere l'atmosfera molto più tesa di quanto sia normalmente in questo genere. Il gioco cerca di simulare le difficoltà di un gruppo di pionieri su un territorio ostile come Marte con grande realismo, così oltre a dovervi preoccupare di imprevisti e di sistemi che smettono di funzionare, dovrete anche gestire il vostro livello di stress che aumenta quando troppi personaggi devono condividere gli spazi ristretti della base HUB; raggiungete un livello di nervosismo eccessivo e finirete per arrivare allo scontro fisico con gli altri astronauti (ovviamente nel gioco) che causerà danni fisici, ma anche una riduzione della tensione. 

 

Con il suo "realismo" scientifico e il livello di sfida elevato, First Martians è un gioco adatto agli appassionati del genere spaziale e sopravvivenza, sicuramente sarà fonte di frustrazione, ma anche di infinita soddisfazione quando, malgrado tutte le avversità, si riesce a portare a casa il risultato!

 



BONUS: ROOT
Edizione Italiana: MS Edizioni - Giocatori: 3-4 gioco base, 1-6 con espansione

 

Come vuole la tradizione, anche questa lista ha un gioco extra che in qualche modo infrange i limiti che ci siamo imposti all'inizio. In questo caso lo strappo alle regole è consigliare non uno, ma due acquisti: Root e la sua espansione La Compagnia del Fiume. Rivelatosi uno dei più grandi successi del 2018, Root deve la sua popolarità a due fattori: uno stile grafico unico e un sistema di gioco asimmetrico in cui ogni fazione segue regole completamente diverse.

 

Boardgame
IGN

 

Alla base del gioco c’è una guerra per il dominio della foresta, con la Dinastia delle Aquile che si oppone alla Marchesa de Gattis, mentre sullo sfondo l'Alleanza dei Boschi organizza una ribellione e il Vagabondo prova a trarre massimo vantaggio dalla situazione. Come detto in precedenza, ogni fazione non solo ha un modo specifico per ottenere punti vittoria, ma si muove, agisce e si potenzia seguendo delle regole specifiche. La scatola base è già ricca di meeple (segnalini in legno sagomati), carte e una splendida mappa di gioco double face, ma è con l'espansione La Compagnia del Fiume che il gioco diventa massiccio, perché vengono aggiunti la Setta delle Lucertole (intenta a diffondere il loro credo) e i castori della Compagnia del Fiume interessati a commerciare con le fazioni, oltre che un secondo vagabondo e le regole per giocare in solitario!

 

L'aspetto incredibile di questo gioco così poliedrico e visivamente affascinante è che vi divertirete tantissimo qualsiasi fazione sceglierete e, quando rigiocherete cambiando clan, vi sembrerà di essere di fronte a un gioco completamente diverso, con altre sfide e nuove variabili da considerare. Provatelo assolutamente nella versione base e sicuramente non resistere ad acquistare anche l'espansione! 

 


 

Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali