FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

LʼItalia trionfa ai campionati virtuali della MotoGP

Lorenzo Daretti, detto Trastevere73, si conferma campione al torneo del videogioco ufficiale del motomondiale

L'Italia trionfa ai campionati virtuali della MotoGP

Nel fine settimana si è tenuta la finale del MotoGP eSport Championship 2018, il torneo ufficiale del videogioco del motomondiale riconosciuto da Dorna, e a trionfare è stato nuovamente un italiano.

Lorenzo Daretti, conosciuto anche con il nickname Trastevere73, è infatti salito sul gradino più alto del podio per la seconda volta consecutiva dopo una sfida al cardiopalma che si è tenuta all'interno del circuito spagnolo Ricardo Tormo.

Premiato da Jorge Lorenzo in persona, Trastevere73 ha vinto la sua seconda auto nel giro di un anno - una BMW M240i - e alla curiosità su cosa avrebbe fatto di ben due bolidi di questo calibro ci ha detto:

“Una la terrò per me e la seconda la darò a mio padre, che tra l’altro mi ha dato l’accorto consiglio di non pubblicare nulla prima della finale. Volevo caricare sul mio canale YouTube un video con alcuni consigli su come affrontare le piste ma lui, giustamente, mi ha detto di aspettare".

In bocca a lupo a Lorenzo per il suo futuro nel mondo degli sport virtuali!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali