FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pillars of Eternity II: Deadfire - Il secondo atto di Obsidian

Il secondo capitolo della saga ci porterà a comandare l’equipaggio di un’intera nave: la nostra!

Pillars of Eternity II: Deadfire - Il secondo atto di Obsidian

Era il settembre del 2012 quando un gruppo di sviluppatori orfani di Black Isle (padri delle famose saghe Baldur’s Gate e Icewind Dale) aprirono, tramite il loro nuovo studio indipendente Obsidian, una campagna di raccolta fondi su Kickstarter per realizzare Pillars of Eternity, seguito spirituale delle già citate saghe. Il progetto andò in porto accumulando oltre quattro milioni di dollari e il gioco vide la luce nel marzo del 2015.

Si tratta di un GdR di stampo classico con grafica isometrica, in cui il giocatore può controllare un gruppo di sei personaggi, capitanato dal proprio avatar creato scegliendo una delle undici classi disponibili. Ha ricevuto notevoli apprezzamenti dalla critica sia per la qualità della narrazione  sia per la struttura del sistema di combattimento – in grado di premiare scelte strategiche adeguate da parte del giocatore. Come nel caso di Baldur’s Gate e compagni, anche in questo titolo è possibile mettere in pausa in qualsiasi momento per valutare come agire. Il gioco, ricco di missioni secondarie, garantisce un buon numero di ore di gioco – anche grazie all’espansione pubblicata tra il 2015 e il 2016, The White March.

Pillars of Eternity II: Deadfire non si discosta molto dal suo predecessore: i giocatori ritroveranno gli elementi fondamentali sopra accennati e saranno nuovamente catapultati nel mondo immaginario di Eora. Stavolta, però, a fare da padrone sarà l’acqua: la più importante innovazione di Pillars 2 è infatti rappresentata dalla possibilità di gestire la propria imbarcazione, utilizzandola per esplorare l’arcipelago Deadfire.

Oltre a disporre di un galeone, sarà possibile assumere dei marinai per aiutarci durante le traversate. Oltre alla paga giornaliera dovuta, il giocatore dovrà tenere d’occhio le scorte di cibo e acqua e, per di più, in due sensi: sia in merito alla quantità (non vogliamo far morire di fame la nostra ciurma, vero?) sia per la qualità; un equipaggio nutrito per settimane a suon di gallette avrà un morale tutt’altro che elevato – farlo scendere a livelli minimi causerà problemi notevoli.

Ogni alleato assunto in questo modo avrà un bagaglio di abilità utile per i nostri viaggi. Sarà possibile trovare cuochi in grado di cucinare pietanze prelibate utilizzando materie prime non eccelse, cosa che aiuterà a mantenere alto il morale e bassi i costi delle risorse, o ancora degli esperti in materia di navigazione, in grado di stabilire con certezza il significato delle bandiere issate sui pennoni delle altre navi. Dotato, già nell’anteprima, di ampia possibilità di scelta, Pillars of Eternity II è riuscito a darci l’impressione di stare davvero gestendo una piccola compagnia di navigazione e non solo un semplice gruppo di avventurieri.

Le isole più piccole dell’arcipelago Deadfire saranno liberamente esplorabili e permetteranno di scovare risorse – sempre utili per migliorare la nave o l’equipaggiamento – oppure veri e propri dungeon da esplorare, parzialmente scollegati dalla storia principale. Oltre a questo, sarà facile incappare in piccole sfide o in punti di interesse durante la navigazione nelle acque costiere: solo grazie all’esperienza accumulata dal giocatore o dalla ciurma sarà possibile riconoscere i pericoli in mezzo al mare di opportunità.

Ritornano in Pillars of Eternity II i villaggi in cui fare acquisti e interagire con gli abitanti per ottenere incarichi o progredire con la storia. Sulla terraferma si potranno inoltre trovare sotterranei abitati da mostri che ricordano molto il primo capitolo della serie. Tutti questi elementi andranno a comporre l’insieme degli ostacoli da superare perché il protagonista della storia riesca finalmente a recuperare la propria anima dal rinato dio Eothas.

Diciannove scatti da Pillars of Eternity II

Un galleria per ammirare il seguito di Pillars of Eternity, Deadfire.

leggi tutto

Pillars of Eternity II: Deadfire sarà distribuito a partire dal 3 aprile 2018 per PC, MacOS e Linux, mentre gli utenti di PS4, Xbox One e Nintendo Switch dovranno aspettare gli ultimi mesi dell’anno per mettere le mani sul nuovo GdR targato Obsidian.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali