FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Un tuffo nella Parigi degli Anni Settanta

Quasi mezzo secolo fa la capitale francese ha vissuto un periodo di grande fermento culturale e sociale, grazie anche a un rinnovato ottimismo che si riflette soprattutto nellʼurbanistica

Figlia del Maggio francese e di un rinnovato ottimismo che si riflette soprattutto nell'urbanistica, Parigi ha vissuto negli Anni Settanta un periodo di grande fermento culturale e sociale. Dai moti studenteschi e dalle proteste, che hanno infiammato anche altre grandi piazze europee, si è passati a un'autentica frenesia architettonica, quasi come se la carica innovatrice dei movimenti sociali avesse contagiato ingegneri e architetti. Tra questi figura anche il "nostro" Renzo Piano, giunto nel 1971 assieme a Richard Rogers e Gianfranco Franchini per la progettazione del nuovo centro di arte contemporanea nel cuore della metropoli.

La Parigi degli Anni Settanta

Fino alla fine dei Sessanta, Parigi appariva come un cantiere aperto. Circa un decennio prima, il governo aveva dato vita a una campagna di demolizioni ai limiti dello "spericolato", soprattutto negli arrondissement periferici (i faubourg). L'obiettivo era quello di buttare giù gli edifici usciti "scheletri" dalla Seconda Guerra Mondiale.

Le difficoltà logistiche, le dinamiche economiche e i cambiamenti sociali delle operazioni determinano ritardi clamorosi e momenti di stallo nella ricostruzione. Intanto sui colli intorno al centro cittadino vengono innalzate torri e le grandi gru connotano il profilo di un nuovo paesaggio urbano che lascia grandi vuoti attorno a quartieri fatti e finiti.

Oltre ai grandi monumenti, agli arrondissement e alle vie barocche, il simbolo della nuova Parigi della rénovation che non dimentica il passato è il Centre Pompidou, innalzato lungo il sistema urbano che conduce dal Marais a Les Halles, di cui il museo è sostanzialmente il punto mediano. Un "triangolo" urbano in cui nella seconda metà del Novecento si sono concentrate le più grandi battaglie per la salvaguardia del patrimonio storico parigino.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali