FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Babbo Natale in crisi: pochi turisti in Lapponia

In bancarotta Rovaniemi, il borgo dove è situato il parco a tema di Santa Claus: bisogna ripianare un buco di 200mila euro, dopo aver registrato -33% di visitatori dal dicembre 2013 al dicembre 2014

Babbo Natale in crisi: pochi turisti in Lapponia

Anche Babbo Natale non è immune dalla crisi finanziaria globale. E rischia il fallimento, per via di un debito di 200mila euro e di un forte calo di turisti nel suo parco a tema in Lapponia: -33% dal dicembre 2013 allo stesso mese del 2014. E con lui potrebbero perdere il posto schiere di elfi addetti al ricevimento delle letterine e all'impacchettamento dei regali. Non è una fiaba, ma si spera lo stesso in un lieto fine.

Tempi duri, e non solo per le basse temperature del Circolo Polare Artico, per Babbo Natale. Con meno turisti si svuotano le casse del borgo di Rovaniemi, in Finlandia, dove il nonnetto dalla barba lunga e bianca ha trovato casa.

Una parte dei 200mila euro mancanti è stata raccolta, anche riducendo il numero delle renne addobbate con campanelli e briglie lucenti. La corsa all'intera cifra è faticosa, ma si tenterà il tutto per tutto per non far abbassare le saracinesche al fatato mondo dei bambini.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali