FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cannes, i tagli di capelli più in voga: corti, sciolti o raccolti?

In linea con i trend primavera-estate 2019, a imperversare sulla Croisette è il taglio medio. Ma non solo…

Composto, raffinatissimo, perfetto. A sceglierlo per prima è stata Elle Fanning: impossibile non innamorarsi di quel suo chignon molto fotografato sul primo red carpet di questa 72esima edizione del Festival del cinema di Cannes. Da lì in avanti sono state molte le dive che, sera dopo sera, hanno optato per i capelli raccolti. Scomposti, con la frangia o ordinatissimi, come quelli di Dua Lipa, tra gli ospiti più attesi della serata dell’amfAR Gala, che vede le star riunirsi per la lotta all’AIDS…

Cannes, i tagli di capelli più in voga: lunghi, corti o raccolti?


LUNGHI, CORTI… O MEDI? - A imperversare, come trend indiscusso in fatto di acconciature sulla Croisette, è il taglio medio: mosso, come quello di Valeria Golino, o liscio alla Léa Seydoux e Chiara Ferragni. C’è anche chi non rinuncia al corto: Tilda Swinton, ad esempio, lo ama asimmetrico e irregolare. Hanno invece definitivamente perso le scalature, i capelli lunghi: adesso si portano pari, come vogliono in fondo anche le tendenze (lontano dai riflettori) di questa primavera 2019.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali