FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

16/2/2010

Quasi quasi mi licenzio

Intervista a Rosa Tessa

Moltissimi l’avranno pensato almeno una volta: quasi quasi mi licenzio, me ne vado, cambio vita. Ma nella maggior parte dei casi questo impulso resta privo di conseguenze, un pensiero isolato e di fatto inattuabile. Come si fa ad abbandonare il lavoro, il punto di riferimento più importante – dal punto di vista economico ma anche sociale e familiare – nella vita di una persona? Eppure la spinta al cambiamento non va sottovalutata. Quasi quasi mi licenzio (Salani editore, 13 euro) è il libro scritto da Roberto D’Incau, cacciatore di teste e Rosa Tessa, giornalista (vedi videointervista Tgcom). Grazie a un’ampia casistica e vari esempi di persone che ‘ce l’hanno fatta’, si ribalta il luogo comune per cui la perdita del lavoro è una catastrofe senza via di scampo e anche quello per cui l’impiego è una strada segnata, che non ammette deviazioni e va seguita anche a costo di sacrificare se stessi e la propria individualità. A qualunque età, e in qualunque condizione, ciascuno di noi può sentire impellente la spinta al cambiamento e cogliere finalmente l’occasione per realizzarsi davvero.

Di cosa parla il libro
Il libro alterna due tipi di casistiche: una presenta casi di persone che sono passate, come candidati o come coaches, da Roberto D’Incau e che lui ha aiutato a cambiare lavoro e, in qualche occasione, vita; l’altra presenta dieci testimonianze di persone famose e non, che raccontano in prima persona a Rosa Tessa il proprio cambiamento professionale ed esistenziale. Roberto D’Incau illustra i casi con una serie di suggerimenti, validi per tutti, in particolare per chi vuole uscire dalla propria zona di falso conforto e buttarsi in una nuova avventura professionale. L’obiettivo è ispirare l’uscita da quest’area, vedere che altre persone ce l’hanno fatta e come ci sono riuscite. Tre le esperienze più significative di cambiamento: l’imprenditore della moda, Federico Marchetti che con Yoox.com, il suo portale di shopping online negli ultimi anni ha radicalmente cambiato le abitudini d’acquisto degli italiani. Maurizio Modica e Piero Gigliotti, in arte Frankie Morello, che hanno reinventato le loro esistenze con successo. Il primo ex ballerino e coreografo, il secondo ex architetto della Milano bene si sono incontrati e si sono messi a disegnare e produrre abiti e accessori di moda. Jacopo Valli che a quarant’anni diventa psicoterapeuta, dopo una lunga esperienza nelle pubbliche relazioni e dopo un faticoso tirocinio. Marzia Chierichetti che, stylist milanese all’apice del successo, decide di cambiare vita, di mettere su famiglia e seguire il suo compagno a Malindi dove mette in piedi una piccola azienda d’arredo. Giovanna Tissi, pr per un’azienda di design e vera workaholic, a un certo punto decide che non vuole immolarsi sull’altare del lavoro ma preferisce avere una famiglia e segue perciò il suo compagno, che lavora come ingegnere, in Angola e poi in Libia. Rischa Paterlini, self made woman, che da ragioniera diventa curatrice d’arte.

Chi sono i due autori
Rosa Tessa, giornalista professionista, ha lavorato per La Repubblica-Affari & Finanza curando una sezione dedicata alla moda, al design, all’architettura e ai loro protagonisti con un taglio economico e culturale. Ha collaborato con diverse testate tra cui Il Sole 24 ore, Italia Oggi, Uomo Vogue, Tempo economico. Attualmente collabora con alcune testate del gruppo Mondadori tra cui Interni e Interni Panorama.

Roberto D’Incau, milanese, 47 anni, è uno dei più noti ‘cacciatori di teste’ italiani, esperto nel valutare e dare nuovo impulso ai professionisti e ai loro percorsi lavorativi. Dopo una brillante carriera nel campo dell’editoria e della comunicazione, appena prima della fatidica boa dei quarant’anni sente fortissimo l’impulso al cambiamento: riscopre la propria grande passione, le risorse umane, e diventa director di una società internazionale di consulenza e headhunting. Di recente ha fondato la propria società di consulenza HR, www.langpartners.it, in cui aiuta le aziende clienti e i loro manager a essere attori del proprio cambiamento. Dice di sé: «Per me, un’azienda è fatta prima di tutto di persone: non lo dimentico mai».


Ultimo aggiornamento ore 12:22


Windows Live Condividi con Messenger
  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark