FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Smart Caps, depurare lʼacqua con i tappi di plastica riciclati: in Trentino si può

Usandoli come "abitazioni" per i batteri che eliminano le impurità, il sistema consente di ridurre le emissioni, lʼinquinamento e il consumo di energia

Smart Caps, depurare l'acqua con i tappi di plastica riciclati: in Trentino si può

Tappi di plastica riciclati per rendere più "verde" ed economica la depurazione dell'acqua potabile. E' questo l'obiettivo di Smart Caps, l'innovativo impianto ideato da una startup italiana del Trentino che utilizza i piccoli oggetti come "abitazioni" per le colonie di batteri depuratori che "mangiano" lo sporco. Il sistema permette di evitare i costi elevati e l'inquinamento derivanti dall'uso di elementi plastici prestampati e di ridurre le emissioni e il consumo di energia.

Smart Caps, depurare l'acqua con i tappi di plastica riciclati: in Trentino si può

Meno energia, più acqua potabile - L'idea è nata all'interno di Progetto Manifattura, l'incubatore di imprese voluto dalla Provincia Autonoma di Trento per le imprese di green economy. Il sistema Smart Caps è stato applicato un anno fa all'interno di un birrificio di Novara e i risultati, a 12 mesi di distanza, sono superiori a quelli preventivati. I dati quantitativi evidenziano infatti un consumo massimo di energia pari a 1,7 chilowattora per depurare un metro cubo di refluo. Un bel "taglio", se si considera che altre tecnologie più complesse registrano un consumo minimo di 3 chilowattora di energia elettrica.

Notevole riduzione delle emissioni - Oltre alla riduzione di emissioni di CO2, il dispositivo messo a punto dalla startup Eco-Sistemi unisce il "risparmio" ottenuto grazie al riuso dei tappi di plastica. Considerando che le emissioni di anidride carbonica per la produzione di polipropilene dei tappi è di circa 3,5 chili per ogni chilo di prodotto, l'applicazione del sistema utilizzato da Smart Caps riduce le emissioni di anidride carbonica in atmosfera di 17,5 chili per ogni metro cubo d'acqua depurato.

I numeri e i "premi" della green economy italiana - Secondo i dati del dossier "L'Italia in 10 selfie" della Fondazione Symbola, le 341.500 imprese italiane sono "spinte" verso il successo dai loro investimenti in tecnologie "verdi" per risparmiare energia e contenere le emissioni. Un segnale deciso che dimostra che la green economy conviene e "premia" le aziende. E nel vero senso della parola. La Energy service company (Esco) veneta Cloros ha infatti messo a disposizione delle Pmi che decidono di puntare sulla sostenibilità una "dote" di un milione di euro, nell'ambito del progetto "Made in Italy in gree. Nuove energie per la tua impresa". La cifra sarà impiegata per finanziare, appunto, interventi tecnologici volti alla riduzione dei consumi e delle emissioni mediante il meccanismo del cosiddetto contratto a prestazione energetica garantita.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali