FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Inquinamento, Ong: il consumo di carbone causa quasi 23mila morti lʼanno in Europa

Lʼallarme è stato lanciato da uno studio relativo al 2013: gli impianti più nocivi si trovano in Polonia (responsabili di 4.690 decessi prematuri)

Inquinamento, Ong: il consumo di carbone causa quasi 23mila morti l'anno in Europa

L'inquinamento da centrali a carbone viaggia è stato responsabile nel 2013 di 22.900 morti premature in tutta Europa. E' il dato che emerge dal primo studio sugli effetti transfrontalieri delle polveri originate dalla produzione di energia da carbone, realizzato da un gruppo di Ong e organizzazioni ambientaliste quali Wwf, Can (Climate Action Network), Heal (Health Environment Alliance) e Sandbag. Il rapporto, dal titolo Europe's Dark Cloud, presenta un'analisi dell'impatto sulla salute dell'inquinamento atmosferico prodotto da 257 delle 280 centrali a carbone attive nell'Ue.

Secondo lo studio, l'inquinamento da centrali a carbone è responsabile di decine di migliaia di casi di malattie, con costi per i sistemi sanitari europei che nel 2013 hanno raggiunto quota 62,3 miliardi di euro. La situazione è resa ancora più allarmante, precisano gli esperti, dal fatto che le polveri nocive danneggiano la salute di migliaia di cittadini che si trovano anche al di fuori dei Paesi in cui si trovano le fabbriche.

I Paesi più colpiti - Gli impianti più nocivi per la salute dei cittadini di altri Paesi, si legge nel report, si trovano in Polonia (responsabili di 4.690 decessi prematuri), Germania (2.490), Romania (1.660), Bulgaria (1.390) e Gran Bretagna (1.350). Tra i Paesi a subire in maggiore misura le conseguenze della "nuvola oscura" sono la stessa Germania (3.630 morti premature tra inquinamento interno ed esterno), Italia (1.610), Francia (1.380), Grecia (1.050) e Ungheria (700).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali