FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Clima, lʼallarme dellʼOnu: "Giugno e luglio i mesi più caldi della storia"

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, illustra i dati invocando una mobilitazione generale per ridurre le emissioni di gas responsabili dei cambiamenti climatici

"Secondo gli ultimi dati dell'Organizzazione meteorologica mondiale, luglio è stato almeno uguale, se non maggiore, al mese più caldo della storia. Dopo che giugno sarà ricordato come il mese più caldo di tutti i tempi". L'allarme arriva dal segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, che invoca una mobilitazione generale per ridurre le emissioni dei gas responsabili dei cambiamenti climatici e delle temperature record.

Gli anni tra il 2015 e il 2019 possono essere considerati i più caldi mai registrati. In particolare, quest'anno i picchi di calore si sono avuti a New Delhi, in Alaska, Parigi, Santiago del Cile, Australia e nel circolo polare artico.

"Questi fenomeni meteorologici sono solo la punta dell'iceberg - ha ribadito Guterres - per questo bisogna agire immediatamente contro il cambiamento climatico". Il segretario generale dell'Onu ha ricordato di aver convocato per il 23 settembre un vertice sul clima che sarà preceduto, il 21, da un summit dei giovani sull'argomento al quale parteciperà anche l'attivista svedese, Greta Thunberg.

Guterres ha infine invitato gli Stati a presentarsi al vertice di settembre con "piani concreti e ambiziosi". "Dobbiamo ridurre le emissioni di gas serra del 45% da qui al 2030 - ha ricordato - e arrivare a bandire il carbone nel 2050".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali