FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

A Parigi la protesta dellʼuomo sullʼalbero da due settimane: "Contro il disboscamento in Francia"

Per gli ambientalisti il 45enne Thomas Brail è già un eroe: resiste a 15 metri dʼaltezza di fronte al Ministero dellʼEcologia per salvare il clima

A Parigi la protesta dell'uomo sull'albero da due settimane: "Contro il disboscamento in Francia"

Contro l'abbattimento di 25 alberi nel suo comune, Condom, 7mila abitanti in Occitania, è arrivato a Parigi ed è salito su un platano di fronte al ministero dell'Ecologia. Thomas Brail, 45enne di professione arboricoltore e scalatore, è a 15 metri d'altezza da oltre due settimane, precisamente dal 28 agosto, e la sua storia sta facendo il giro di Francia. Per gli ambientalisti è un eroe del clima e a sostenerlo si alternano gruppi di volontari. "Non scenderò finché non si rinuncerà a quella decisione e non si tuteleranno tutti gli alberi del Paese a rischio abbattimento", afferma.

Per molti anni Brail è stato giardiniere comunale. Poi, a 40 anni, ha unito le sue passioni ed è diventato arborista-scalatore. "Amo gli alberi, sono il nostro ossigeno, assorbono all'inquinamento e rimangono i nostri migliori alleati di fronte al riscaldamento globale", dice alla folla che accerchia il platano di Parigi, sua nuova casa.

Non è alla sua prima protesta di questo tipo. In primavera era salito su un albero a Mazamet, nel cuore della Montagne Noire e del Parco Naturale Regionale dell'Alta Linguadoca, ed è riuscito a salvare dall'abbattimento sette platani di 200 anni. Dalle 6 del 28 agosto è salito sull'albero parigino, dopo che il sindaco del suo paese, Condom, si è rifiutato di riceverlo.

"Il primo cittadino - accusa - non rispetta il Codice ambientale, incluso uno degli articoli, L 350-3 che vieta l'abbattimento di alberi, a condizione che siano in buona salute e non presentino alcun pericolo". Per questo ora si appella alla ministra Elisabeth Borne.

L'uomo si è ben agganciato ai rami con delle corde e i vigili del fuoco di Parigi non sono riusciti a farlo scendere. Tra le foglie si è montato una tenda e un'amaca per riposare. Intorno a lui i cartelli che motivano la sua protesta.

In tanti accorrono a sostenerlo, ma lui rifiuta sempre l'etichetta di "attivista ambientale". "Sono solo un padre di famiglia del mondo", precisa pensando a suo figlio di due anni lasciato a casa. A rendere difficile la sua permanenza sull'albero di boulevard Saint-Germain è solo il frastuono del traffico. Intanto, resiste.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali