FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

La Grecia non rimborserà lʼFmi Varoufakis: Grexit? Sarebbe fine euro

Atene dovrebbe restituire a giugno quattro rate da 1,6 miliardi di dollari. Ma in cassa non cʼè più nulla, dice il ministro dellʼInterno Voutsis

La Grecia non rimborserà l'Fmi Varoufakis: Grexit? Sarebbe fine euro

Allarme liquidità dalla Grecia. A lanciarlo il ministro dell'Interno Nikos Voutsis alla Tv Mega. "La Grecia non sarà in grado di pagare le rate del prestito dell'Fmi perché non ha i soldi per farlo", ha affermato. "Le quattro rate per il Fondo Monetario Internazionale a giugno ammontano a 1,6 miliardi di euro. Questo denaro non sarà versato, perché non c'è", ha concluso senza mezzi termini Voutsis.

Varoufakis: "Grexit? Per l'euro sarebbe l'inizio della fine" - L'uscita della Grecia dalla moneta unica "sarebbe l'inizio della fine per il progetto dell'euro", ha avvertito il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis in un'intervista alla Bbc, come riporta Bloomberg. "Se ci si trova in un'unione monetaria - ha spiegato - uscirne è catastrofico".

Secondo Varoufakis infatti, "una volta che si mette nella testa degli investitori che l'euro non è indivisibile, è solo una questione di tempo prima che tutto inizi a disfarsi". Il ministro delle Finanze ha aggiunto che "la Grecia ha fatto enormi passi avanti raggiungendo un accordo. Spetta ora alle istituzioni fare la loro parte". E sulle trattative in corso ha spiegato: "Noi li abbiamo 'incontrati' a tre quarti del percorso. Ora devono venirci incontro loro nell'ultimo quarto del cammino".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali