FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Dl dignità, Confindustria: "Serve una correzione" | Di Maio: "Fanno terrorismo psicologico per fermarci"

Viale dellʼAstronomia parla di rischi per il mercato del lavoro dovuti al decreto: "Evitare retromarcia, pericolo per lʼoccupazione"

Il dl Dignità "pur perseguendo obiettivi condivisibili" rende "più incerto e imprevedibile il quadro delle regole" per le imprese "disincentivando gli investimenti e limitando la crescita". Lo dice il dg di Confindustria Marcella Panucci, sottolineando che occorre "evitare brusche retromarce sui processi di riforma avviati" e vanno approvati "alcuni correttivi", che intervengano sulle causali per i contratti a termine e sulle norme sulle delocalizzazioni.

Le principali novità del decreto dignità

Forti rischi sull'occupazione - Confindustria deplora il ritorno delle causali che, avverte, esponendo le imprese "all'imprevedibilità di un eventuale contenzioso, finisce nei fatti per limitare a 12 mesi la durata ordinaria del contratto a tempo determinato, generando potenziali effetti negativi sull'occupazione oltre quelli stimati nella Relazione tecnica al decreto (in cui si fa riferimento a un abbassamento della durata da 36 a 24 mesi)".

La Panucci auspica dunque in particolare che vengano "modificate le misure contenute sulla disciplina dei contratti a termine, che sono inefficaci rispetto agli obiettivi dichiarati e potenzialmente pregiudizievoli per il mercato del lavoro. Le riforme passate avevano contribuito ad abbattere le cause di lavoro sui contratti a termine, passte da oltre 8mila nel 2012 a 1.250 nel 2016".

"Lavoro a termine, contratti in media Ue" - Confindustria sottolinea poi che l'incidenza del lavoro temporaneo in Italia (16,4% nel primo trimestre 2018) è in linea con la media dell'eurozona (16,3%) come il tasso di transizione a 12 mesi da termine a indeterminato (20%). Anche se Panucci ammette che "il tasso di transizione è più basso che in passato (quasi il 30% pre-crisi) e sotto quello tedesco (30,3%)", sottolinea però che i dati non corroborano quei "fenomeni di crescente precarizzazione in ambito lavorativo" che le modifiche del dl Dignità intendono contrastare. E torna ad auspicare un intervento sul costo del lavoro per il tempo indeterminato per migliorare le transizioni.

La replica di Di Maio: "E' terrorismo psicologico" - Dura la risposta del vicepremier e ministro del Lavoro. "Confindustria oggi dice che con il Decreto Dignità ci saranno meno posti di lavoro. Sono gli stessi che gridavano alla catastrofe se avesse vinto il no al referendum, poi sappiamo come è finita - spiega Di Maio su Facebook-. Sappiamo come finirà anche in questo caso. Non possiamo più fidarci di chi cerca di fare terrorismo psicologico per impedirci di cambiare".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali