FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Economia > Immigrati, 6,8 miliardi di rimesse all'estero
23.8.2013

Immigrati, 6,8 miliardi di rimesse all'estero

Una ricerca della Camera di Commercio di Milano evidenzia come nel 2012 ci sia stato un calo delle spedizioni rispetto all'anno prima; da Roma e Milano le cifre più alte, Prato è quarta

foto Sito ufficiale
19:18 - Gli immigrati residenti in Italia hanno spedito rimesse per 6,8 miliardi di euro; la cifra si riferisce al 2012, anno di riferimento per l’analisi effettuata dalla Camera di Commercio di Milano. Anche i lavoratori stranieri però risentono della crisi, dato che nel 2011 la cifra complessiva era stata di 7,3 miliardi. Un calo di circa 500 milioni di euro, con il difficile momento dell’economia mondiale che si riflette quindi anche sulle nazioni di provenienza degli immigrati “italiani”, costrette a fare i conti con le difficoltà del Paese d’adozione.
Roma comanda la classifica delle città - In Italia quasi un terzo delle rimesse proviene da Roma (28% del peso generale) e Milano (14%), con poco meno di due miliardi di euro, che staccano di molto Napoli e Prato. È interessante notare come la provincia toscana, in proporzione al numero di abitanti, si piazzi quarta in questa classifica: l’influenza della massiccia comunità cinese si fa sentire. Nella top ten comandano le province del Nord, tra cui anche Firenze, Torino e Brescia.
Lombardia regione "locomotiva" - A livello regionale comanda la Lombardia, con 1,4 miliardi di rimesse, frutto delle quasi 82mila imprese straniere sul territorio. Il denaro spedito da Milano e le altre province (Brescia e Bergamo specialmente) finisce in larga parte in Cina (450 milioni di euro), mentre gli egiziani, pur rappresentando la comunità più numerosa, inviano appena 4,7 milioni.
Fattore Cina - In definitiva quindi all’estero lo scorso anno si sono ricevuti meno soldi dall’Italia, con l’unica eccezione della Cina. L’aumento dei cinesi che aprono attività e diventano imprenditori ha dato vita a questa tendenza.
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile