FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Economia
25.7.2012

Cuochi, colf, segretarie e operai specializzati Ecco tutte le professioni che battono la crisi

Dalla Cgia di Mestre il "borsino" dei mestieri che registreranno un aumento nelle assunzioni

foto Ansa
12:46 - Cuochi, camerieri, segretarie, addetti alla pulizia e alle persone, operai specializzati nell'edilizia, conduttori di impianti industriali. Sono queste le mansioni che possono dare lavoro in tempo di crisi, a cui si aggiungono gli addetti al settore sanitario e a quello sociale, nonché operai specializzati nell'industria alimentare, legno e carta. Il "borsino" delle professioni che battono la crisi è stato elaborato dalla Cgia di Mestre.

Complessivamente queste professioni dovrebbero garantire 20.000 posti di lavoro in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I dati si riferiscono alle assunzione previste dagli imprenditori italiani nella periodica indagine campione realizzata dall'Unioncamere. Il risultato finale è stato ottenuto mettendo a confronto i dati emersi nel terzo trimestre 2012 e quelli relativi allo stesso periodo dell'anno precedente.

Il segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi, commenta: "Sono professioni legate, in particolar modo, alle attività che caratterizzano la nostra economia: come il turismo/ristorazione, i settori del made in Italy, la sanità ed il sociale. Mestieri non sempre di altissima specializzazione, ma indispensabili per mantenere in piedi i settori che stanno dando un contributo importante alla tenuta economica e occupazionale del nostro Paese".

E i mestieri che soffrono la crisi
Dall’analisi della Cgia sono stati elencati anche i mestieri che, purtroppo, rischiano di registrare un preoccupante segno negativo. Specialisti in scienze economiche, operai specializzati nell’industria, operai metalmeccanici, personale non qualificato nell’industria e nella logistica, facchini, commessi nei negozi e altro personale occupato nella grande distribuzione e negli esercizi all’ingrosso sono i più a rischio disoccupazione. Questi lavori, con l’ultimo anno di crisi, potrebbero perdere quasi 22.000 unità.

"Sono professioni – conclude Bortolussi – legate alle attività manifatturiere e a quelle commerciali che, da un lato, hanno risentito degli effetti dirompenti portati dalla concorrenza dei paesi emergenti, dall’altro, del forte calo dei consumi che ha caratterizzato il comportamento delle famiglie italiane".

OkNotizie

I VOSTRI COMMENTI

annalas - 25/07/12

io sono un'operaia specializzata con qualifica come avvolgitrice metalmeccanica,solo che mi lasciano sempre a casa,e poi ora per via della crisi ne perliamo!!

segnala un abuso

roberto1957 - 25/07/12

IO SONO UN CUOCO DA 30 ANNI ,QUESTO LAVORO E' RICHIESTO ,OFFRONO 1500/1600 EURO PER MINIMO 12 ORE AL GIORNO 7 GIORNI SU 7 PER GLI STAGIONALI, NON TUTTI SONO CHEF E POSSONO PRENDERE STIPENDI PIU' DECENTI(2000/2400) MA PER NOI CHEF LE ORE SONO ANCHE 15 AL GIORNO,ABBIAMO ORDINI DA FARE E TUTTA LA DOCUMENTAZIONE DA TENERE AGGIORNATA PIU' LA RESPONSABILITA'DI TUTTA LA CUCINA,PER I NORMALI RISTORANTI INVECE PAGANO MOLTO MENO PER LE STESSE ORE, VI ASPETTIAMO VENITE IN QUESTO MONDO.

segnala un abuso

supergunfi - 25/07/12

Che ci sia richiesta di cuochi è sicuro , ma quanti sono i posti che offrono anche uno stipendio adeguato alle proprie capacità ? Mio figlio , che ritengo essere abbastanza valido dopo una decina d'anni di esperienze varie , trova solo posti che richiedono 15/16 ore consecutive a 2 massimo 3 euro all'ora , naturalmente e rigorosamente in nero . e con anche casi di mancato pagamento di quel poco . Chi è che riesce a formarsi una famiglia con queste cifre ?

segnala un abuso

barbarianmaximiliam - 25/07/12

Tanto i soldi da Roma non li prendete e chiudete!! Tanto i soldi da Roma non li prendete e chiudete!! Tanto i soldi da Roma non li prendete e chiudete!! Tanto i soldi da Roma non li prendete e chiudete!!!!

segnala un abuso

barbarianmaximiliam - 25/07/12

Ma come sempre W l'Italia paese di lavoratori e gente onesta!!!

segnala un abuso

barbarianmaximiliam - 25/07/12

Se poi il ns Paese, come sta facendo da molti anni, si vuole scavare la fossa da solo insistendo nel favorire la manodopera a media specializzazione ed a basso costo agevolando gli sfruttatori ed allontanando quella ad alta specializzazione, a favore di altri territori che sono disposti a pagare le skill o perlomeno ad investire sulle risorse che poi ovviamente li ripagano, determinando un mercato più aperto dove i guadagni non sono ripartiti sempre tra i soliti.

segnala un abuso

barbarianmaximiliam - 25/07/12

Se invece si brama rimanere nella massa del mucchio dell'offerta, ovviamente è necessario adeguarsi alle domande di mercato e spesso pensare anche ai trasferimenti in altri paesi. Personalmente insisto che l'Italia è satura, e che gli sfruttatori superano notevolmente i soggetti che possono fornirti un futuro lavorativo, che poi ovviamente ognuno di noi, adatta alle proprie esigenze ed aspettative.

segnala un abuso

barbarianmaximiliam - 25/07/12

Cito articolo "Mestieri non sempre di altissima specializzazione...". Essendo mestieri di non alta specializzazione, l'offerta è molto elevata, viceversa essendo molto elevata, non sempre la domanda riesce ad assorbirla. Da qui la necessità di aumentare i propri skill, al fine, di entrare in quella nicchia di specializzazione che non ha nemmeno problemi al cambio del territorio, in quanto le competenze sono sempre utilissime.

segnala un abuso

androide1 - 25/07/12

sarei lieto di sapere dove c'e' una reale richiesta di figure specializzate nel settore legno,sono disposto anche a trasferirmi anzi lo preferisco, qui nell'agroaversano e'tutto un schifo!!!

segnala un abuso

Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile