FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Economia
5.7.2012

Eurozona, Draghi: "L'incertezza resta elevata"

Il presidente della Bce: "Il taglio dei tassi frenerà l'inflazione"

foto Ap/Lapresse
16:12 - L'economia della zona euro "resta debole" e permane "una elevata incertezza". Parola di Mario Draghi che, dopo l'annuncio del taglio del costo del denaro ad opera della Bce, spiega che questa mossa ridurrà "la pressione sull'inflazione". Le aspettative sull'indice dei prezzi, aggiunge il presidente dell'Eurotower, sono ora "al di sotto, ma prossime al 2%". Draghi ha poi detto che si prevede "una ripresa graduale, ma appesantita dalla disoccupazione".
"Ripresa 2012 graduale e lenta"
La ripresa nella zona euro nel 2012, ha previsto Draghi, sarà "graduale e lenta. I rischi di decelerazione" evidenziati nelle precedenti stime dell'istituto centrale "si sono materializzati".

"No rischi di deflazione"
Se "inflazione potrebbe scendere sotto il 2% fin da quest'anno", Draghi non vede rischi di deflazione in nessun Paese dell'area euro.

Vertice Ue ha gettato le basi per Unione solida"
Il presidente della Bce è tornato a giudicare con favore i risultati del vertice Ue grazie al quale sono state "gettate le basi" per una Unione più solida nel futuro, per "ristabilire la fiducia e avviare una crescita sostenibile". Draghi ha apprezzato soprattutto l'idea di "usare con flessibilità i fondi Esm ed Efsf per stabilizzare i mercati".

"Lo scudo anti-spread sarà a certe condizioni"
Draghi ha chiarito poi che "tutti" gli interventi dei fondi salva Stati Esm-Efsf come la ricapitalizzazione diretta delle banche o gli interventi per stabilizzare i mercati "sono soggetti a condizioni".

"Bce sarà rigorosa e indipendente"
La Bce sarà "rigorosa e indipendente" nel ruolo di supervisione del sistema bancario che l'Unione europea intende affidarle, ha aggiunto Mario Draghi. "Conosco bene" ha assicurato il presidente dell'istituto di Francoforte, la "storia, la capacità e le traduzioni" dei supervisori nazionali.

"Crisi, non peggio del 2008"
A chi gli chiedeva se le decisione delle banche centrali di tagliare i tassi era legato ad un peggioramento della crisi, Draghi ha risposto: "Certamente la situazione non è peggiore di quella del 2008 e del 2009". Quanto al taglio, è stato stabilito "all'unanimità" dal board.

"Board non ha discusso di misure straordinarie"
Il consiglio direttivo odierno della Bce "non ha discusso di nuove misure" straordinarie, ha anche aggiunto il presidente dell'Eurotower.

Riforma del lavoro, "no comment"
No comment da parte del presidente della Bce poi sull'approvazione in Italia della riforma del mercato del lavoro.
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile