FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Economia
28.6.2012

Pomigliano, Marchionne: "E' folklore locale"
E la Fiom sciopera durante la partita dell'Italia

L'a.d. di Fiat conferma che il Lingotto "ricorrerà in appello". Il Pd: "Non insulti il Paese"

18:36 - "Non esiste in nessuna parte del mondo una legge del genere. Focalizzare l'attenzione su questioni locali ignorando il resto è attitudine dannosa. Un evento unico che interessa un Paese che ha regole che sono folcloristicamente locali". Così Sergio Marchionne a proposito della sentenza del tribunale di Roma che ha imposto all'azienda di Torino di assumere 145 lavoratori con la tessera Fiom nella fabbrica di Pomigliano. "Faremo ricorso", ha aggiunto.
"Ognuno deve fare una scelta precisa e decidere quale mondo vuole. Non si può appartenere a un mondo in cui esiste un'Europa unificata e pretendere contemporaneamente di sottostare alle regole del singolo Paese", ha aggiunto Marchionne. "L'Italia - ha continuato parlando in Cina in occasione dell'inaugurazione di uno stabilimento dell'azienda - ha un livello di complessità nella gestione delle questioni industriali che non esiste in altre giurisdizioni. Le implicazioni di questa decisione sulla situazione del business italiano sono abbastanza drastiche perché tutto diventa tipicamente italiano e quindi molto difficile da gestire".

Il Pd: "Non può insultare un tribunale"
Le parole dell'a.d. di Fiat hanno scatenato la dura reazione del Partito Democratico. "Parlare di una sentenza di un tribunale della Repubblica che applica le leggi dello Stato e la Costituzione associandolo ad un fenomeno di folklore - ha commentato Andrea Orlando, presidente del Forum Giustizia del Pd - è un insulto al paese che mi auguro si voglia al più presto correggere. Nemmeno un importante imprenditore può permetterselo. Ricorrere contro la decisione del giudice è un diritto previsto dal nostro ordinamento delegittimare chi li formula è un errore".

Fiom proclama sciopero, la Fiat attacca: "E' solo per la partita"
Lo scontro tra Fiat e Fiom si allarga. Il sindacato ha proclamato per giovedì alla Sevel di Val di Sangro uno sciopero di quattro ore, in coincidenza con lo svolgimento della semifinale del campionato europeo di calcio tra Italia e Germania. "L'iniziativa - scrive il Lingotto in un comunicato - viene ufficialmente presentata come un'azione di protesta contro la politica del governo e la riforma del mercato del lavoro. Ma la scelta dell'orario e la programmazione solo sul secondo turno non lasciano dubbi. Si ripropone un film già visto in passato, quando guardare la partita di calcio era più importante che andare a lavorare".
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile