FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Economia
12.6.2012

Esodati, la Fornero attacca i vertici Inps

Il ministro: "La diffusione dei dati danneggia il governo. Se fossimo nel settore privato i responsabili si cambierebbero"

14:39 - Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, attacca i vertici dell'Inps dopo la diffusione dei dati sugli esodati che parlano di 390.200 unità a fronte delle 65mila individuate nel decreto del governo. Un episodio definito "deplorevole" dalla Fornero. "Se fossimo in un settore privato - ha spiegato -, questo sarebbe un motivo per riconsiderare i vertici. Siamo in un settore pubblico, ci sono leggi, Parlamento e tutte queste procedure vanno rispettate".
"Documento parziale diffuso per danneggiare il governo"
Il ministro non ha peli sulla lingua. La relazione dell'Inps sugli esodati diffusa lunedì è "un documento parziale e non spiegato", ha detto la Fornero sottolineando che la sua diffusione è stata "irresponsabile, fatta per danneggiare il governo". "Non ho mai voluto dire che i numeri non debbano essere dati - ha proseguito la ministra - dico solo che quelli sono parziali e non interpretati. E allora dare dei numeri così sui questioni che interessano molti italiani, è molto improprio e deresponsabilizzante". La Fornero ha anche definito "grave" l'episodio e ha ribadito interamente il comunicato diramato con il ministro dell'Economia in occasione del decreto dei 65mila, per cui erano approntati i fondi.

"La dimensione esatta non è contenuta in quei numeri"
"Ribadisco l'intenzione seria del governo rispetto a un problema che c'è, la cui dimensione esatta non è contenuta in quei numeri, perché per esempio più di 60 mila di quelle persone sono già in pensione o ci andranno quest'anno. Quindi - ha affermato ancora Fornero - i numeri vanno dati quando sono interamente conosciuti".

"Da mesi chiedo all'Inps una stima accurata"
"Non ho mai inteso censurare nessuno - ha precisato il ministro - ma i numeri non sono stati dati in maniera trasparente. Chi ha dato il documento lo ha fatto con dolo. Sono dati parziali e non spiegati. Sono mesi che chiedo una stima accurata". "Il governo ha promesso serietà e impegno - ha aggiunto - mentre c'è qualcuno che invece della serietà e dell'impegno preferisce il gioco al massacro".

"No comment" da Mastrapasqua
Il presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua, ha preferito non reagire. "Non voglio commentare le parole del ministro", ha detto.
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile