FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Economia
12.6.2012

Crisi,la ricetta di Barroso: "Unione bancaria Ue"
Pressing su Berlino, Fmi: "Tre mesi per l'euro"

Editoriale sul Sole 24 Ore: "La Germania smetta di ignorare i segnali d'allarme"

10:09 - Serve un supervisore sovranazionale per le grandi banche dei 27 paesi dell'Unione Europea nell'ambito di una unione bancaria da mettere in atto entro l'anno prossimo. E' quanto propone il presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso in una intervista al Finacial Times. E dall'Fmi arriva l'allarme: "Abbiamo solo tre mesi per salvare l'euro".
Barroso: "Andare avanti sull'integrazione"
Il piano, che dovrebbe comprendere uno schema per la garanzia dei depositi e un fondo di salvataggio pagato dalle istituzioni finanziarie, potrebbe essere realizzato senza metter mano ai trattati europei in vigore, sostiene Barroso. "Oggi vi è una consapevolezza molto piu' chiara fra gli Stati membri europei sulla necessità di andare avanti in termini di integrazione, specie nell'area dell'euro. Questa è una delle lezioni da trarre dala crisi", ha affermato il presidente della Commissione europea, secondo il quale il vento e' cambiato. A Berlino, Londra e Parigi, argomenta, i leader politici hanno cominciato a capire che l'eurozona potrà sopravvivere solo attraverso soluzioni europee comuni e una maggiore integrazione.

Lagarde (Fmi): "Meno di tre mesi per salvare l'euro"
Per salvare l'euro bisogna agire "in meno di tre mesi". Lo ha detto il direttore del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde in una intervista alla Cnn, commentando la previsione del finanziere George Soros secondo il quale l'Europa ha tre mesi di tempo per salvare l'euro. "Per costruire l'eurozona ci è voluto del tempo e il lavoro è ancora in corso", ha proseguito il direttore dell'Fmi, che non si è voluta sbilanciare su una possibile uscita della Grecia dall'euro. "E' una questione di volontà politica", ha dichiarato. E ha ribadito che il "il pagamento delle tasse è uno strumento necessario per riequilibrare la situazione di ogni Paese, Grecia compresa". "Bisogna ridurre il deficit fiscale gradualmente, con fermezza - ha affermato - non deve essere lo stringere la cinghia di cui tutti parlano, ma deve essere solido".

E sul Sole 24 Ore un appello alla Merkel: "Faccia presto"
"Schnell, Frau Merkel", ossia Faccia presto signora Merkel. E' l'appello che il Sole 24 Ore (il giornale di Confindustria) lancia in tedesco alla Cancelliera tedesca affinchè si sbrighi a salvare l'euro dal tracollo. Nell'editoriale, che richiama quel 'fate presto' rivolto ai politici italiani a novembre, il direttore Roberto Napoletano scrive: "Signora Merkel, così non può andare avanti. Non farà molta strada se continuerà ad essere indifferente alla rabbia dei greci, distante dall'orgoglio ferito degli spagnoli, dalle paure italiane e dalle angosce francesi". Quindi il direttore sottolinea che "tirare fuori 100 miliardi di euro per difendere le banche spagnole" e ritrovarsi con gli spread di Italia e Spagna a livelli vertiginosi, "è solo l'ultima spia di un allarme rosso che lei si ostina a voler ignorare". Per salvare l'euro, il Sole 24 Ore suggerisce alla leader tedesca tre passi fondamentali da compiere: "una garanzia unica per i depositi bancari europei, accesso diretto al Fondo salva-Stati (Efsf) da parte degli istituti di credito e unificazione dei debiti pubblici europei distinguendo (Paese per Paese) il carico degli interessi ma neutralizzando così l'azione della speculazione sui tassi dei titoli sovrani dei Paesi del sud Europa".
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile