FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Economia
11.6.2012

Allarme dell'Istat, il Pil in Italia continua a calare
Le famiglie italiane tagliano la spesa: -2,4%

Sul prodotto interno lordo è il dato peggiore da tre anni e la conferma della recessione

foto Getty
10:39 - Il calo del prodotto interno lordo nel primo trimestre del 2012 (-0,8% congiunturale) è il peggiore da tre anni, ovvero dal primo trimestre 2009, quando per l'economia italiana si era registrato un calo del 3,5%. Lo comunica l'Istat, confermando che l'Italia è in recessione. Nel primo trimestre del 2012 il Pil è diminuito, rispetto al primo trimestre 2011, dell'1,4%. Nel trimestre esaminato, la spesa delle famiglie è diminuita del 2,4%.
Gli italiani, insomma, tirano la cinghia: nel primo trimestre del 2012 gli acquisti di beni durevoli sono diminuiti dell'11,8%, quelli di beni non durevoli del 2,3% e gli acquisti dei servizi dello 0,2%.

Male costruzioni e industria, tiene solo l'agricoltura
La variazione congiunturale del valore aggiunto è negativa nelle costruzioni (-3,2%), nell'industria in senso stretto (-1,6%), nel settore che raggruppa le attività del commercio, alberghi e pubblici esercizi, trasporti e comunicazioni (-1,0%); una variazione positiva si registra solo per l'agricoltura (+4,9%).

Italia sotto la media dell'Eurozona
I dati pongono l'Italia un passo indietro rispetto alla media dei Paesi dell'Eurozona, degli Stati Uniti e del Giappone. Il Pil è aumentato dell'1,0% in Giappone, dello 0,5% negli Stati Uniti e in Germania, è rimasto stazionario in Francia, mentre è diminuito dello 0,3% nel Regno Unito. Nel complesso, il Pil dei Paesi dell'area Euro è rimasto stazionario rispetto al trimestre precedente ed è diminuito dello 0,1% nel confronto con lo stesso trimestre del 2011.
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile