FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Missione shopping sale: per essere formali al punto giusto

Continua il viaggio verso outfit capaci di renderci ad ogni stagione eleganti e raffinati

Missione shopping sale: per essere formali al punto giusto

Questa settimana tentiamo di portare a casa giacche, gilet, smanicati e trench. Tutti capi riciclabili anche in autunno e in inverno, anche se ovviamente dipende dal tessuto. Se trovate giacche a manica lunga in viscosa non tentennate, acchiappatele e correte in cassa.

Aprite il portafoglio pure per quelle di lino e a mezza manica perché ormai l’autunno assomiglia alla primavera. Ma se vivete in un posto freddo e volete fare l’acquisto annuale abbandonate l’idea del lino e del cotone. Concentratevi sull’ecopelle, sul poliestere e anche sul denim. Tutti tessuti che possono risiedere nel vostro armadio tutto l’anno. La loro versatilità vi permetterà di usarli dalla mattina alla sera senza sconvolgere il dress-code richiesto per l’occasione.
Gilet, smanicati, giacche e trench sono degli evergreen, soprattutto quest’ultimi due capi. Sono dei must indispensabili, da tenere sempre nel guardaroba.

I trench prima erano più legati alle temperature adesso grazie all’imbottitura ‘attacca e stacca’ potranno dirvi “arrivederci” soltanto sotto la neve. Il trench beige è il classico per eccellenza. Ormai potete indossarlo anche la sera: il bon ton della moda è stato investito dallo stile casual e ora vaga nel reparto di rianimazione, speriamo che si riprenda al più presto.

Anche i primi due sono dei ‘sempre verdi’ della moda ma seguono di più i passi delle sfilate, i dettami degli atelier senza mai opporsi. In questo momento i gilet sono gettonatissimi come negli anni Novanta, ma potremmo anche perderli fra i capricci e i volants degli artisti dello stile. Meglio non rischiare, puntate su una giacca classica e di marca, sarà un investimento a rendere. Ma, tranquille: gilet e smanicate saranno sempre rievocati, ci sono capi che hanno uno spiccato carisma. La storia della moda non può relegarli tra le pieghe dell’arte. Comprateli senza esagerare e senza temere un pezzo di stoffa in più compresso nel vostro guardaroba.

Ovviamente per gli acquisti “tutta la vita” optate per i colori che non passeranno (forse) mai di moda. Inutile dirvi che il nero detiene la corona e lo scettro imperiale: è il Napoleone della tavola dei colori. A seguire il blu, il grigio scuro o chiaro, poi il marrone e il beige. A mio avviso potete inserirci pure il verde inglese e il rosso passione. Piccola anticipazione: per la stagione autunno – inverno il verde acido e militare, il blu petrolio, il rosa e l’arancione andranno per la maggiore. Non lasciatevi sfuggire questi colori tra un saldo e un altro. Lo so che sono un po’ più ostici per quanto riguarda gli abbinamenti, ma se li trovate a buon mercato rischiate i vostri euro.

Le fantasie non andranno sottovuoto: soprattutto righe, fiori, quadratini e palline (per non parlare delle stampe fotografiche), ma sono legati alle stagioni quindi correte il rischio di seppellirli per anni nel baule. Consiglio sempre di riservare un po’ di shopping anche a ciò che ritenete superfluo e poco spendibile nel tempo: non aiuterà le vostre finanze ma darà un tocco di originalità ai vostri outfit. Abbandonatevi ai saldi!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali