FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Look country e anni ’70 per stagioni senza tempo

Come trasformare unʼestate calda in un momento rovente? Basta indossare giacche, gilet e maglie in pelle.

Look country e anni ’70 per stagioni senza tempo

Già lo stile country ci sta contagiando al punto che i nostri neuroni si sono letteralmente suicidati; perché con la temperatura di questi giorni per indossare un gilet di pelle – anche se leggero, con frange stile pellerossa - non ci vuole coraggio, ma un inspiegabile istinto di morte. A mwno che, naturalmente, non siate in procinto di trasferirvi in alta montagna.

Ma se volete farvi sedurre da questo look potete comprare diversi capi e accessori, tenendo presente che non siamo di fronte ad un totale e secco look country, ma ad una rielaborazione in stile anni Settanta, con gli annessi capi di pizzo dal sapore caldo e nostalgico. Questo irreverente minestrone di stili vi darà la possibilità di creare diversi outfit.

Potete acquistare: gilet lunghi o corti di pelle scamosciata, di pizzo o in cotone in diverse fantasie; tuniche di camoscio molto traforate – state attente agli occhi indiscreti - , gonne al polpaccio o sotto i piedi di cotone e pizzo molto larghe, stile gitana; shorts (ma indossateli solo se avete delle gambe perfette, altrimenti susciterete tante critiche e zero invidia) e camicie slim e a manica larga (stanno ritornando di moda) ed ancora, vestiti comodi e lunghi (per quanto mi riguarda troppo lunghi). Condite tutto con accessori vistosi e ricercati, ampio spazio agli orecchini lunghi e agli anelli ingombranti.

Confesso che per me questo stile si era arenato intorno alla metà di maggio (giorno più, giorno meno), ovvero, quando l'estate era entrata con i forconi incandescenti nella nostra routine quotidiana e invece mi sono sbagliata: un raggio di sole deve aver bruciato le mie sinapsi, almeno quelle della follia perché il buon senso ancora mi dà ragione! Avevo intravisto qualche manichino, ma la prova è arrivata quando ho comprato un giornale di moda e ho visto incantevoli modelle in spiaggia, con una splendente luce solare ad incorniciare i loro volti, con indosso un vestitino bianco e un gilet di pelle tutto sfrangiato. Arrivata a quel punto me ne sono fatta una ragione e promettendomi, ovviamente, di aspettare un calo, almeno minimo, delle temperature, ho spulciato le pagine del settimanale con curiosità, perché il look country è uno stile sempre in sintonia con i tempi, un evergreen che non ha conosciuto molti tramonti nella sua vita. E' aperto sempre alle novità e alle rielaborazioni in ogni stagione, proprio per questo non capisco la pelle in estate. Ma si sa la moda ama prima di tutto lasciare il segno, impressionare il grande pubblico, persino gli stessi stilisti.

“A volte sono di moda cose così brutte e sgradevoli che sembra che la moda voglia dimostrare il suo potere facendoci portare quanto c'è di più detestabile". (George Simmel)

Approfittate dei saldi, ormai sbarcati in tutti i negozi. Una buona occasione per non rinunciare alla novità evergreen che possono stanziare per generazioni nei nostri armadi. Ma per il momento indossate i capi in pelle in Svezia, Finlandia o Lapponia perché non credo che la nostra pelle, già particolarmente sudata e a volte bruciacchiata dal sole, sia felice di continuare la sua corsa verso livelli di sudore mai raggiunti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali