FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Rotolo di tacchino e frittata di asparagi

Rotolo di tacchino e frittata di asparagi
  • DIFFICOLTA facile
  • PREPARAZIONE 20'
  • PORZIONI 6 persone

Il rotolo di tacchino farcito è un secondo piatto molto scenografico ma facilissimo da realizzare. Dopo aver preparato una succulenta frittata di asparagi, vi basterà posizionarla su una larga fetta di tacchino e arrotolare il tutto! Perfetta per il pranzo della domenica, questa ricetta può essere preparata anche in anticipo. Se preferite, potete sostituire gli asparagi con le verdure che vi piacciono di più.

INGREDIENTI

  • fesa di tacchino 600  g
  • uova 4
  • asparagi 200  g
  • cipollotti 2
  • olio di oliva 6  cucchiai
  • brodo vegetale 500  ml
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO

Lavate e tagliate i cipollotti in fettine sottili, soffriggetele in 4 cucchiai di olio per qualche istante e unite gli asparagi a pezzi dopo averli lavati e asciugati. Fate cuocere gli asparagi a fuoco vivo e con il coperchio per qualche minuto.

Unite a questo punto le uova sbattute con un pizzico di sale e cuocete la frittata da entrambi i lati fino a che non sarà dorata. Battete la carne con movimenti dal centro verso l'esterno della fetta per stenderla e renderla più tenera. Posizionate la frittata sulla fesa lasciando qualche cm vuoto lungo tutto il perimetro. Ripiegate i lati verso l'interno.

Arrotolate quindi la carne e la frittata e fissate il tutto con qualche giro di spago da cucina. Rosolate l'arrosto in un tegame con un po' d'olio e poi trasferitelo in una teglia da forno bagnandolo con poco brodo.

Cuocete il rotolo di tacchino a 180° per circa un'ora, irrorandolo di tanto in tanto con altro brodo. Lasciate intiepidire il rotolo di tacchino e servitelo tagliato in fettine spesse circa un cm.

Lo sapevate che...

L'abbinamento asparagi-tacchino è molto apprezzato non solo nei secondi di carne ma anche nei primi piatti (ragù di tacchino e asparagi) e nelle torte salate.