FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pangiallo

Pangiallo
  • DIFFICOLTA media
  • PREPARAZIONE 2h
  • PORZIONI 2 panetti

Il pangiallo è un pane dolce molto ricco tipico della tradizione natalizia del Lazio. Realizzato con frutta secca, miele e cioccolato, il pangiallo presenta la classica glassa dorata in superficie a base di zafferano. Si tratta di un dolce senza burro e senza uova, che si conserva bene per diversi giorni e sprigiona tutto il profumo del Natale.

INGREDIENTI

  • miele d'arancio 100  g
  • farina tipo 00 100  g
  • noci sgusciate 100  g
  • canditi 50  g
  • fichi secchi 50  g
  • mandorle sgusciate 120  g
  • nocciole tostate 80  g
  • pinoli 20  g
  • cioccolato fondente 75  g
  • uvetta 100  g

Per la glassa

  • olio di oliva un  cucchiaio
  • farina tipo 00 un  cucchiaino
  • acqua q.b.
  • zafferano 1/2  bustina

PROCEDIMENTO

Ammollate l'uvetta in acqua tiepida per almeno 20 minuti. Sciogliete il miele in un pentolino per renderlo liquido. Nel frattempo, tritate grossolanamente la frutta secca e poi il cioccolato. Riunite tutto in una ciotola, aggiungete i pinoli.

Unite i canditi e i fichi secchi a cubetti, l'uvetta ben strizzata. Mescolate il tutto con il miele liquido, quindi incorporate la farina poco per volta fino a ottenere un impasto compatto.

Trasferitelo su un piano di lavoro e formate due panetti uguali. Posizionateli su una leccarda rivestita di carta da forno e fateli riposare per un paio d'ore. Preparate la glassa: scaldate la farina setacciata, l'olio e lo zafferano sciolto in pochissima acqua. Aggiungetene altra quanto basta a ottenere una pastella densa e omogenea con spennellare i panetti.

Infornate il pangiallo a 180 gradi per circa 40 minuti, sfornatelo e lasciatelo raffreddare completamente. Si conserva bene per diversi giorni.