FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Stabile occupato a Roma, presentato un esposto per lʼallaccio abusivo

Lʼallaccio, effettuato dal cardinale Konrad Krajewski, secondo la società che gestisce la rete elettrica è abusivo: per questo si prefigura il reato di furto di energia

Areti, società di Acea che gestisce la rete di distribuzione energetica a Roma, ha presentato un esposto contro ignoti per l'allaccio effettuato dal cardinale Konrad Krajewski nello stabile occupato da Spin Time. Si tratta, secondo fonti della società, di un atto dovuto perché l'allaccio è abusivo, e quindi si prefigura il reato di furto di energia.

Salvini: "Non bene il sostegno agli irregolari" - "Sostenere l'irregolarità non è mai un buon segnale". Lo ha dichiarato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, commentando il gesto dell'elemosiniere del Papa. "Visto che ci sono tanti italiani ed anche immigrati regolari che, anche se con difficoltà, le bollette le pagano... ognuno fa quello che vuole, io da ministro dell'Interno garantisco le regole. Se in Vaticano vogliono pagare le bollette a tutti gli italiani in difficoltà - ha aggiunto - ci diano un conto corrente".

Inps: "Non siamo i proprietari del palazzo" - L'Inps ha precisato che "l'immobile di cui si stanno occupando in queste ore i mezzi di informazione, non è di proprietà dell'istituto. L'immobile è stato trasferito al Fondo immobili pubblici (FIP) con decreto ministeriale del 23 dicembre 2004 (pubblicato nella G.U. S.O. n. 303 del 28 dicembre 2004). L'Inpdap prima, e l'Inps poi, lo hanno utilizzato in locazione fino al 28 febbraio 2013, data in cui l'immobile e' stato rilasciato e riconsegnato alla proprietà".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali