FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Trapani: rubata una carrozzina speciale a Giusy Barraco, campionessa paralimpica di nuoto

"Per i ladri sarà qualcosa di non prezioso, ma per me la sedia rappresenta le mie gambe, i miei ricordi", lo sfogo dellʼatleta

Rientrata a casa, la campionessa paralimpica di nuoto, Giusy Barraco, ha fatto l'amara scoperta: il furto della sua carrozzina. I ladri hanno messo a soqquadro l'appartamento a Petrosino (Trapani), portando via soltanto la speciale sedia a rotelle. Barraco si era fatta promotrice di una raccolta fondi per l'acquisto di una sedia da mare per disabili. "E' come se mi avessero rubato le gambe".

E' come se mi avessero rubato le gambe - +si sfoga la campionessa, che ha bisogno della carrozzina per spostarsi e svolgere le sue attività quotidiane. "Sono arrabbiata - continua - perché per loro sarà qualcosa di non prezioso o poco importante, ma per me la sedia rappresenta le mie gambe, con cui mi sono sposata. I miei ricordi. Tanti ricordi. Fa parte di me".

 

Giusy Barraco nel luglio 2016, a Napoli, si era laureata campionessa italiana paralimpica di nuoto nella specialità dorso e vice campionessa nazionale nella gara alla quale hanno preso parte le vincitrici dei quattro stili: libero, dorso, rana e delfino.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali