FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Roghi misteriosi a Canneto di Caronia, indagato un presunto piromane

Un giovane, 25 anni, è accusato di incendio e danneggiamento. Secondo l'accusa avrebbe dato alle fiamme in più occasioni alcuni suppellettili di casa, nell'intento di farli rientrare tra quelli inspiegabili e ottenere un eventuale risarcimento

- Potrebbe esserci la mano dell'uomo dietro agli incendi "misteriosi" che dal 2004 interessano la frazione di Canneto di Caronia, nel Messinese. Un 25enne, Giuseppe Pezzino, è indagato per incendio e danneggiamento: secondo l'accusa avrebbe incendiato alcuni suppellettili di casa per ottenere un risarcimento. Perquisite undici case e diverse auto di residenti nella zona. Scettico il sindaco: "Non credo che vi sia un piromane".

Roghi misteriosi a Canneto di Caronia, indagato un presunto piromane

A casa Pezzino vi fu un rogo lo scorso 28 luglio. Il capofamiglia, Nino, che è anche presidente del comitato di cittadini che si è costituito dopo gli incendi inspiegabili, sottolineò in quell'occasione che "le fiamme partirono a ridosso di un armadio e si propagarono alla camera da letto". Durante le operazioni di spegnimento rimasero leggermente ustionati il proprietario dell'appartamento e il figlio. Nelle settimane successive, l'Arpa, l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente, installò una centralina per un primo monitoraggio nella frazione, non scoprendo nulla di rilevante.

Sindaco: non credo vi sia un piromane - "Non voglio credere che sia uno dei residenti ad essere il colpevole di alcuni roghi, spero che le indagini continuino e facciano chiarezza". A dirlo è Calogero Beringheli, sindaco di Caronia. "Sono convinto - prosegue il primo cittadino - che Pezzino dimostrerà la sua estraneità ai fatti, comunque io stesso, insieme a rappresentanti di forze dell'ordine e giornalisti di tv nazionali, ho visto oggetti prendere fuoco dal nulla. A breve ci sarà un tavolo tecnico a Roma e spero che si vada avanti per studiare questi fenomeni che si ripetono da diversi anni e non sono imputabili a un piromane. Auspico che le istituzioni vadano avanti e studino con la giusta attenzione tutte le possibilità non facendosi influenzare da alcuni episodi".

TAG:
Canneto di Caronia
Giuseppe Pezzino
Messina